Quantcast

Allarme povertà in Liguria, Della Bianca: “La Regione intervenga urgentemente”

Regione. La povertà è sempre più allarmante anche in Liguria e su questo interviene il consigliere regionale Raffaella Della Bianca (Riformisti Italiani).

“Regione Liguria deve intervenire urgentemente, per dotare i comuni dei servizi necessari per affrontare situazioni di emergenza, venutasi a creare a seguito della violenta crisi economica che ha colpito il nostro territorio. E’ necessario fare una tempestiva azione divulgativa su quali siano gli enti preposti, e attraverso quali strumenti, le persone in difficoltà possano ottenere un aiuto dalla rete dei servizi sociali ”.

“Negli ultimi 3 anni, dall’esplosione della crisi economica – spiega Della Bianca -, c’è stata un’impennata degli italiani che si sono rivolti ai Centri Caritas e che ormai sono il 33,3%. Aumentano casalinghe (+177,8%), anziani (+51,3%) e pensionati (+65,6%). I dati sono contenuti nel Rapporto povertà 2012 della Caritas Italiana. Di fronte ad un’area di bisogno che sta aumentando vertiginosamente, c’è un’evidente incapacità dell’attuale sistema di welfare a farsi carico delle nuove forme di povertà”.

Il consigliere dei Riformisti Italiani ha presentato un’interrogazione a risposta immediata per sollecitare Regione Liguria ad intervenire urgentemente, per dotare i comuni dei servizi necessari per affrontare situazioni di emergenza, venutasi a creare a seguito della violenta crisi economica che ha colpito il nostro territorio.

“Nella nostra regione – dice Della Bianca – sono sempre di più le famiglie monoreddito con figli a carico che hanno perso il posto di lavoro, la casa e non sanno a chi e dove rivolgersi per un aiuto, a eccezion fatta per le associazioni di volontariato come ad esempio la Comunità di Sant’Egidio e la Caritas. E’sempre più necessario e urgente mettere mano alla questione dell’assegnazione delle case popolari. E’ quantomeno assurdo che se non si è iscritti nella graduatoria, in casi di effettiva emergenza, non si possa usufruire dell’accesso all’edilizia pubblica con corsia preferenziale, come più volte ho sottolineato in passato, chiedendo a Regione Liguria di sollecitare il Comune di Genova affinché rivedesse l’intera politica che regolamenta l’assegnazione delle case popolari”.

“Il problema – sottolinea Della Bianca – è che molte famiglie in difficoltà non sanno quali siano gli strumenti necessari per entrare nella rete dei servizi sociali e non riescono neanche ad approcciarvi nonostante interventi di soggetti istituzionali. Per questo motivo, chiedo alla Giunta e all’assessore competente se si possa fare un’azione divulgativa su quali siano gli enti preposti e attraverso quali strumenti le persone in difficoltà possano ottenere un aiuto dalla rete dei servizi sociali”.