Quantcast

A Pasquale Striano l”European Young Investigator Award’: il Premio Internazionale per la Ricerca sull’Epilessia

Genova. In occasione del 10° congresso Europeo di Epilettologia che si è concluso a Londra, è stato conferito al Dr. Pasquale Striano – dell’unità Operativa di Neurologia Pediatrica e Malattie Muscolari dell’Istituto Gaslini diretta dal Prof. Carlo Minetti – l”European Young Investigator Award’ – premio riservato al miglior ricercatore europeo al sotto dei 45 anni che si sia distinto nel campo dell’ Epilessia a livello internazionale.

Il Dr. Striano, primo italiano a ricevere tale riconoscimento, è stato invitato a tenere una lettura dal titolo ‘Da Ippocrate all’era del Sequenziamento di nuova generazione: la prospettiva del clinico’” nell’ambito di una sessione speciale del congresso di Londra. Il vincitore del premio è stato selezionato tra varie candidature tra i migliori ricercatori europei nel campo dell’epilessia sotto l’Egida della Lega Internazionale contro l’Epilessia (ILAE).

La diagnosi e la cura delle epilessie rappresentano uno dei principali temi dell’attività scientifica ed assistenziale del Dipartimento di Neuroscienze dell’Istituto Giannina Gaslini. Gli obiettivi principali sono rappresentati dal miglioramento della qualità di vita dei piccoli pazienti e delle loro famiglie, mediante un’efficace trattamento clinico ed una particolare attenzione agli aspetti culturali, sociali, scolastici e lavorativi dei bambini e dei giovani pazienti affetti da Epilessia.

In tale contesto si inserisce la linea di ricerca sulla ‘Genetica delle Epilessie e delle Encefalopatie Epilettiche’, la quale, sotto il coordinamento del Dott. Pasquale Striano (Neurologia Pediatrica) e del Dott. Federico Zara (Laboratorio di Neurogenetica) presso l’unità Operativa di Neurologia Pediatrica e Malattie Muscolari dell’Istituto Gaslini, diretta dal Prof. Carlo Minetti, ha conseguito numerosi riconoscimenti a livello sia nazionale che europeo, producendo una significativa attività scientifica quantificabile in numerose relazioni a Congressi Nazionali ed Internazionali ed in oltre 100 pubblicazioni in estenso su riviste internazionali.

“Il premio conferito al dottor Striano – l”European Young Investigator Award’ – premia l’intensa attività clinica e di ricerca svolta nel settore delle Epilessie e più in generale delle Neuroscienze presso l’UOC di Neurologia Pediatrica e Malattie Muscolari dell’Istituto Gaslini, con la collaborazione in particolare delle UOC di Neuropsichiatria Infantile, di Neurochirurgia e di Neuroradiologia, proponendosi di diventare punto di riferimento sia di ricerca che assistenziale nazionale, ed anche internazionale, in tale settore” spiega il prof. Carlo Minetti.

“L’epilessia è considerata una “malattia sociale” a causa della sua elevata incidenza (1% circa della popolazione); in Italia oltre 500 mila persone sono affette da epilessia, delle quali circa 20 mila in Liguria – spiega il dottor Striano – questa patologia ha un impatto particolarmente significativo nei bambini e negli adolescenti in quanto nell’80% dei casi si manifesta entro i 20 anni di età”.

Le crisi epilettiche sono caratterizzate da scariche elettriche eccessive e spontanee, che hanno origine nel cervello. Gli impulsi nervosi alla base della normale attività cerebrale sono regolati da flussi di ioni che si muovono dall’interno all’esterno della cellula (e viceversa) attraverso proteine chiamate canali ionici neuronali. Negli ultimi anni la ricerca ha evidenziato che l’epilessia si sviluppa quando si verifica uno sbilanciamento tra le correnti di ioni. Per tale ragione le correnti ioniche neuronali costituiscono il bersaglio preferenziale dei farmaci antiepilettici. Nella maggior parte dei casi le crisi epilettiche possono essere adeguatamente controllate dai farmaci antiepilettici. Tuttavia nel 30% dei soggetti con epilessia le crisi non possono essere adeguatamente controllate anche in seguito all’utilizzo di molteplici farmaci.