Quantcast
Cronaca

A Genova raffica di furti e rapine in strada, razziati case e negozi: arresti e denunce

Genova. Raffica di furti e rapine ieri nel capoluogo ligure. Sono stati ben tre, in meno di un’ora, gli interventi per merce non pagata delle volanti della polizia. Il primo presso il supermercato Coop di largo Fucine, dove una 21enne romena, con la complicità di due suoi connazionali rispettivamente di 26 e 36 anni, ha nascosto all’interno di una borsa, opportunamente schermata per non far scattare l’allarme antitaccheggio, 17 confezioni di pinoli, per un importo complessivo di quasi 85 euro.

I tre, fermati oltre le casse dal personale di sorveglianza, sono stati identificati dagli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e tratti in arresto per furto aggravato in concorso.

Il secondo intervento presso il negozio Decathlon di Campi dove un 15enne genovese è stato sorpreso oltre le casse dal personale di vigilanza con capi d’abbigliamento sportivi nascosti sotto la giacca, per un valore complessivo di circa 149 euro. Gli agenti della volante della Questura hanno restituito la merce e denunciato il giovane per furto aggravato, riaffidandolo poi alla famiglia.

La volante del Commissariato Sestri Ponente è intervenuta presso il supermercato DICO di via Zuccarello, denunciando per furto aggravato due donne romene, rispettivamente di 22 e 33 anni, entrambe in stato interessante, per aver rubato merce per un valore di 25 euro circa.
Non sono neppure mancati sopralluogo di furto nei negozi. Ieri mattina la polizia è intervenuta presso un Circolo di Coronata, dove ignoti nella notte, dopo aver forzato l’inferriata e la porta d’ingresso, si sono introdotti nei locali da cui hanno asportato un televisore lcd ed un decoder digitale completo di scheda.

Mentre gli agenti effettuavano il controllo all’interno dell’Associazione si è presentato un uomo, residente nelle vicinanze, riferendo che, nella stessa notte, qualcuno si era introdotto all’interno del suo orto, forzando la catena del cancelletto d’accesso, rubando il disco del tagliaerba e alcuni ortaggi, cioè verza, sedano e cavoli. Sul posto è intervenuta la Polizia Scientifica per i rilievi del caso.

Una volante dell’Ufficio Prevenzione Generale, infine, è intervenuta presso un’abitazione dove i ladri, approfittando dell’assenza dei proprietari, hanno forzato una porta finestra e, una volta all’interno, hanno messo a soqquadro l’appartamento, asportando 60 euro contenuti nel portafogli della padrona di casa.

Ma le case razziate non finiscono qui. Amaro rientro a casa per una 47enne residente in un appartamento nel quartiere di San Fruttuoso in quanto, nelle due ore di assenza da casa della proprietaria, i ladri, dopo aver scavalcato una ringhiera che dà accesso al giardino, hanno forzato la portafinestra della cucina e si sono introdotti nell’abitazione. Da un primo sommario controllo il bottino risulta essere di alcuni monili in oro per un valore approssimativo di mille euro.

E’ andata male, invece, ai ladri che ieri, dopo aver divelto le inferiate poste a protezione di una finestra, l’hanno forzata, introducendosi all’interno di un appartamento. I malviventi hanno riempito di polistirolo espanso il sistema sonoro dell’allarme, danneggiato il lampeggiante ed hanno smurato la centralina dell’antifurto utilizzando un piccone rinvenuto e sequestrato dagli agenti.

I poliziotti intervenuti hanno trovato ad attenderli il figlio del proprietario, residente a Courmayeur e una guardia giurata. Da un sommario controllo risulta essere stato asportato nulla. Sul posto è intervenuto personale della Polizia Scientifica.

E infine si sono anche verificate due rapine in strada. Il primo in piazza Pastorino dove una 68enne italiana ha riferito agli agenti di essere stata scippata della collanina in oro che portava al collo. In particolare ha raccontato di essere stata avvicinata alle spalle da un uomo che le ha strappato la catenina, per poi riuscire a fuggire. La vittima ha rifiutato le cure mediche.

Secondo intervento in via Milano in soccorso di un 45enne italiano che, in evidente stato d’ebbrezza, ha raccontato di essere stato aggredito da due individui che lo hanno percosso e gli hanno sottratto lo zaino, contenente il portafoglio, le chiavi di casa e altri effetti personali.