Quantcast

“Stop, cambiamo il futuro”: presentato il corto d’animazione, i bambini liguri ambasciatori dell’ambiente

Genova. “Stop, cambiamo il futuro” è il titolo del corto d’animazione musicale destinato ai bambini per sensibilizzarli sul rispetto dell’ambiente. L’opera, prodotta da Arteprima a partire dai disegni di bambini delle scuole elementari, rientra nel progetto “Da Scuola a Scuola: un Tam Tam per il clima”, attuato dalle quattro Province liguri con finanziamenti di Arpal e Regione.

Solo musiche e immagini per questo documentario, che è stato proiettato oggi in anteprima, alla presenza del gruppo Gnu Quartet, che dal vivo ha riproposto le musiche del corto.

“Il discorso di non avere dialoghi e discorso narrato va a sottolineare l’universalità della musica – afferam il regista di Arteprima Luigi Berio – come i film muti di inizio secolo scorso, Charlie Chaplin e Buster Keaton li guardavano dalla Cina al Sud America senza bisogno di traduzioni, lo stesso vale per questo cartone animato, vogliamio che tutti i bambini del mondo possano vederlo. Il bello è che si basa sui disegni fatti dai bambini liguri e perciò è come se loro si facessero portavoce a livello globale di questa esigenza di cambiare il futuro”.

“Ho scritto questa musica per il mio quartetto, GnuQuartet, lavorare con i bambini è fantastico perchè si hanno un sacco di spunti nuovi, quello che noi adulti cerchiamo a volte di ottenere loro lo ottengono in un minuto, una carica incredibile insomma” racconta Stefano Chiabrera, violoncello nel quartetto che aveva già collaborato con Luigi Berio nella realizzazione di “Genova – Sinfonia della città”.

E’ stato inoltre presentato un “making of” realizzato dal Centro Audiovisivi della Provincia di Genova, che mostra ogni singola fase del processo di lavorazione del cortometraggio.

“Un progetto che vede i bambini diventare educatori di tutti – spiega l’assessore regionale all’Ambiente Renata Briano – I bambini hanno sensibilità notevolissima e il video mette in evidenza come l’uomo, modificando l’ambiente, crea problematiche, tra cui quella dei cambiamenti climatici. In questo caso i bimbi diventano motori di coscienza anche di noi adulti”.

Oltre a Renata Briano, hanno partecipato Piero Fossati, commissario straordinario della Provincia di Genova, Sabrina Bertolotto, direzione Ambiente Provincia di Genova e Luigi Berio.