Udinese-Genoa: le nostre pagelle - Genova 24

Udinese-Genoa: le nostre pagelle

marco borriello

Quando si faranno bilanci, soprattutto se positivi, non si ricorderà la prova opaca ma si vedrà solo un punto in classifica in più e una trasferta difficile come quella di Udine messa alle spalle.

Frey 6,5 – il portiere ammirato nella prima parte della scorsa stagione. Mai chiamato a interventi strepitosi, ma non sembra mai essere scalfito o infastidito dai bisbigli avversari. Sfibrante.

Sampirisi 5 – Fabbrini è avversario scomodo, ogni volta che lo incrocia subisce l’imprevedibilità del bianconero che lo salta, lo dribbla, lo rimbambisce. De Canio gli concede riposo. Intontito. Dal 46’ Ferronetti 5,5 – entra e appare diversamente consistente rispetto a Sampirisi, ma poi la ruggine esce fuori e sbaglia appoggi e chiusure servendo un paio di buone occasioni ai suoi ex compagni. Sbadato.

Granqvist 6,5 – il ragazzone piace. Non barcolla mai, torre decisiva dai calci piazzati, scuote i suoi quando sono in bambola. Guardia.

Canini 5 –soffre meno dei compagni sulle fasce gli attacchi uno contro uno, ma sbaglia una marea di appoggi e non permette mai alla squadra di ripartire. Approssimativo.

Moretti 5,5 – qualche imbarcata se la prende anche lui, Pereira talvolta lo fa ammattire. Come si dice in questi casi se la cava con il mestiere. Gazzettiere.

Kucka 6,5 – forse da queste parti siamo fin troppo benevoli con lui, ma continua a coprire fette di campo non trascurabili, si affanna a pressare chiunque incroci nelle sue vaste zone di campo, riparte palla al piede e ci prova almeno 3 volte durante la partita. Che dire. Cingolato. Dal 75’ Anselmo 6 – a Marassi sarebbe forse stato accolto tra i mugugni, invece entra e sfoga tutti i suoi muscoli sul prato, facendo intravedere scintille di buon calcio. Determinato.
Seymour sv – dieci minuti brillanti, poi si spengono i muscoli. Ammaccato, Dal 11’ Tozser 5,5 – tocca molte palle, gioca a tutto campo. ha anche una buona percentuale di passaggi riusciti, ma è sempre troppo lento. Macchinoso.

Antonelli 6 – solca quella parte di campo, ma sbaglia molti appoggi oltre a non riuscire mai a vincere un contrasto. Cristallo.

Bertolacci 5 – dovrebbe innescare quei due davanti, e invece nella metà campo avversario ne perde la metà Passa gran parte della partita a rincorrere affannato i suoi avversari e il suo ruolo. Non è un trequartista. Pirandelliano.

Immobile 5 – adesso si parlerà di gioventù, di esperienza. Forse è quello, l’idea è che abbia smarrito il senso tattico forse anche per la ritrovata forma di Borriello che gli toglie spazi e aria. Asfissiato.

Borriello 6,5 – si danna, al solito, ci prova quando può, detta passaggi che non gli arrivano mai. Predicatore.

De Canio 5 – stavolta non è riuscito a far esprimere la squadra con quell’intensità e brillantezza che avevano stupito contro la Juventus. Rimandato.