Economia

Ticass, 15 milioni di euro per finanziare la ricerca in Liguria

Genova. Quindici milioni di euro per finanziare progetti di ricerca di imprese ed Organismi di Ricerca aderenti a tutti i Poli di Innovazione attivi in Liguria, assegni di Ricerca – che danno la possibilità di ottenere finanziamenti – entro il 10 settembre – per le attività relative all’alta formazione e ancora, entro il 21 settembre la possibilità di richiedere voucher fino a 6.000 euro per la partecipazione ad alcuni master e corsi di specializzazione su temispecifici.

Sono numeri importanti quelli dello scenario in cui opera di Ticass, la Società Consortile “Tecnologie Innovative per il Controllo Ambientale e lo Sviluppo Sostenibile, divenuta ufficialmente Soggetto Gestore del Polo Regionale di Innovazione Tecnologica “Energia-Ambiente”. L’attività del Consorzio con sede in via Bartolomeo Bosco a Genova, è ormai a pieno regime per supportare i suoi membri, oltre trenta tra Grandi Imprese, PMI, Dipartimenti dell’Università di Genova, Fondazioni ed Enti di Ricerca, nelle attività di Ricerca Industriale e Sviluppo Sperimentale.

“I fronti aperti a supporto del tessuto economico e scientifico regionale sono numerosi ed importanti – spiega Gustavo Capannelli, presidente di Ticass – a cominciare dall’incarico appena affidato da Filse spa, la finanziaria di Regione Liguria per lo svolgimento di attività propedeutiche finalizzate alla presentazione di proposte progettuali a valere sul bando 899/2012, per un importo di quindici milioni di euro, dei fondi Fas 2007-2013, per finanziare progetti di ricerca di imprese ed Organismi di Ricerca aderenti ai Poli di Innovazione attivi in Liguria”.

“Abbiamo poi gli Assegni di Ricerca per le attività relative all’alta formazione a valere sul POR CRO Fondo Sociale Europeo Regione Liguria 2007-2013 che permetteranno di supportare il lavoro congiunto di Imprese e Dipartimenti Universitari e valorizzare quello di Giovani Ricercatori. Infine i voucher che finanzieranno la partecipazione al Master universitario di II livello in Management of Chemicals focalizzato sull’approccio integrato alla normativa ReacH – CE 1907/06 ed al corso di specializzazione in ‘Depurazione delle acque’ con approfondimenti su processi a membrana, dimensionamento e gestione degli impianti.” A completare il quadro vi sono le numerose convenzioni stipulate da Ticass con diversi enti. “Convenzioni che rappresentano il nostro fiore all’occhiello – precisa l’Amministratore Delegato di Ticass Osvaldo Conio – quali Legambiente Liguria, Confindustria, ed Il Consiglio Nazionale delle Ricerche.”