Sicurezza, il Silp incontrerà il questore e lancia l'allarme: "Mancano le risorse, a rischio volanti e 113" - Genova 24
Cronaca

Sicurezza, il Silp incontrerà il questore e lancia l’allarme: “Mancano le risorse, a rischio volanti e 113”

auto polizia di stato

Genova. Il Silp lancia l’allarme sulle risorse e sulla demotivazione dei poliziotti. “In attesa di una concreta risposta del Ministro dell’Interno Cancellieri alla lettera del Silp e della Camera del Lavoro di Genova con la quale la Cgil ha chiesto alla responsabile del Viminale piu’ risorse per garantire la prevenzione dei reati a Genova, non cambia la linea della questura: utilizzo disarticolato delle poche risorse a disposizione per dare una risposta mediatica all’esigenza di sicurezza dei cittadini” dice il segretario provinciale del Silp Roberto Traverso.

“La “Squadra volante ” e tutto il personale operativo dell’Upg e Sp della questura di Genova, compreso quello della centrale operativa (113) vive uno dei momenti più difficili e delicati della sua storia”.

“Il livello di demotivazione e’ altissimo – dice Traverso – alimentato dalle scelte di un Governo che insistendo con le assurde modifiche alle regole previdenziali del Comparto Sicurezza, contribuisce a mettere definitivamente in ginocchio il sistema sicurezza del paese: che risposta potra’ dare all’esigenza di tranquillità sociale di un genovese un poliziotto costretto a lavorare sulle “volanti” oltre i 60 anni di eta?”.

Il Silp Cgil con una delegazione dell’Upg, martedì 25 settembre incontrerà in mattinata il Questore di Genova dott. Mazza e il dirigente dell’Ufficio dott. Borre’ per rappresentare il disagio dei poliziotti che garantiscono il controllo del territorio.

L’incontro e’ stato volutamente richiesto dal Silp Cgil prima dell’assemblea sindacale che si terra’ il giorno 26 settembre alle ore 11.00 nel salone della “squadra volante”.

Obbiettivo: Conoscere la strategia che sarà messa in campo dalla questura per far arrivare personale motivato alle “volanti” senza ricorre alla politica del “tappabuco”!

“Auspichiamo che l’incontro con il Questore – spiega il segretario del Silp – ci metta nelle condizioni di poter garantire al personale un impegno del “capo della polizia genovese” a migliorare al piu’ presto le condizioni lavorative e i carichi di lavoro degli operatori stessi. Solo così la professionalità dei poliziotti del Pronto intervento del 113 compresa la Centrale operativa e ricezione denunce, sarà messa nelle condizioni di poter collaborare fattivamente in un momento organizzativo così difficile”.

“Senza risposte concrete siamo pronti alla mobilitazione della categoria genovese!”