Quantcast
Sport

Record mondiale di immersione in apnea: a Rapallo nuovo tentativo di Gianluca Genoni

Rapallo. Giovedi 27 settembre a Rapallo, Gianluca Genoni, già pluricampione mondiale di immersione in apnea, tenterà un nuovo record, questa volta cercando di raggiungere almeno i 160 metri al largo del golfo, migliorando il suo precedente limite di 152 metri, raggiunto il 2 ottobre 2010 nella vicina a Zoagli, e sinora record mondiale di apnea imbattuto.

La conferma dell’imminente nuova prova è stata data dallo stesso Gianluca Genoni e il suo team all’assessore allo Sport della Regione Liguria Gabriele Cascino che ha ringraziato il primatista mondiale “per aver voluto ancora la nostra regione  sede di un tentativo così importante”.

Un nuovo traguardo per il 44enne campione di Busto Arsizio, dove risiede, dopo aver stabilito 16 record mondiali nelle discipline più classiche dell’apnea. Nuotatore a livello agonistico sino all’età di 20 anni, Gianluca Genoni ha in seguito deciso di dedicarsi esclusivamente all’immersione in apnea.

Da quel momento, una serie di record e test da battere: da quello raggiunto il 23 marzo 2002 a Breuil Cervinia quando, sotto un metro di ghiaccio, ha percorso 60 metri lineari; al record stabilito in Nepal, nell’ottobre 2003, quando si immerse in apnea (nell’ambito di un esperimento medico scientifico) a 5200 metri di altitudine, primo uomo al mondo, ai piedi dell’Everest; sino ad arrivare al 26 novembre 2008, giorno in cui, a Goito, in provincia di Mantova, Gianluca Genoni ha stabilito un nuovo record mondiale di apnea statica, dopo aver ventilato ossigeno puro, toccando i 18’3’’69 di immersione, andando così a superare di quasi un minuto il precedente record dell’illusionista britannico David Blaine.