Province e Città Metropolitana, dibattiti pubblici nel Tigullio: la cittadinanza diventa parte attiva - Genova 24
Politica

Province e Città Metropolitana, dibattiti pubblici nel Tigullio: la cittadinanza diventa parte attiva

provincia di genova

Tigullio. Il primo incontro pubblico sul riordino delle Province e sulla Città Metropolitana si è svolto a Lavagna all’inizio di questa settimana, ma gli appuntamenti proseguono oggi a Chiavari e Casarza Ligure. “Fra i Comuni del levante ci sono divergenze di opinioni, visto che c’è chi preferirebbe entrare a far parte della Provincia di Spezia e chi invece opterebbe per la Città Metropolitana – spiega il sindaco di Lavagna Giuliano Vaccarezza – Questo non è sicuramente un buon punto di partenza per riuscire a prendere una decisione entro il 2 ottobre, temine per cui sono state chieste diverse proroghe, ma mai accettate”.

“Io mi oriento verso la Città Metropotina e credo che sia fondamentale la redazione di uno statuto che puntualizzi alla perfezioni i ruoli dei Comuni – prosegue Vaccarezza – dicendo questo, però, preciso che l’autonomia dei Comuni non è destinata a venir meno. La legge, infatti, tutela le loro competenze e anzi, saranno destinati ad avere anche alcune che attualmente sono della Provincia. Inoltre, la stessa Città Metropolitana potrà decidere di demandare ai Comuni alcune sue competenze».

Secondo Vaccarezza una realtà territoriale più grande potrà avere un peso maggiore durante i tavoli con il Governo, mentre una Provincia come quella di Spezia, con soli 300 mila abitanti, potrebbe avere dei limiti.

Se questo in sostanza è quanto emerso durante il primo incontro pubblico nel Tigullio, che si è svolto in una sala gremita, oggi sarà la volta di Chiavari e Casarza. Alle ore 18, nella sala consiliare di Palazzo Bianco, si svolgerà infatti una riunione aperta al pubblico tra i membri del consiglio comunale, della giunta e gli esponenti del mondo economico cittadino per discutere del riordino delle Province.

Alle ore 21, invece, il dibattito si sposterà a Casarza presso l’Auditorium di Villa Sottanis, dove si svolgerà un incontro pubblico aperto alla cittadinanza sul tema “Provincia o Città metropolitana?”, che vedrà la partecipazione di sette sindaci in rappresentanza del Tigullio Orientale e delle vallate del nostro entroterra.

L’incontro in argomento riveste grande importanza proprio in previsione del termine per la presentazione della proposta di revisione delle Provincie da parte del C.a.l. (Consiglio delle Autonomie Locali) fissato per il 2 ottobre.
Introduce: Giorgio Firenze (consigliere capogruppo Comunale). Intervengono: Claudio Muzio (sindaco di Casarza Ligure – Membro C.a.l.); Andrea Lavarello (sindaco di Sestri Levante); Claudio Magro (sindaco di Moneglia); Giovanni Collorado (sindaco di Castiglione Chiavarese); Giuliano Vaccarezza (sindaco di Lavagna); Corrado Bacigalupo (sindaco di Tribogna – Membro C.a.l. ex Presidente Comunità Montana “Val Fontanabuona”); Danilo Repetto (sindaco di Mezzanego ex Presidente Comunità Montana ”Valli Aveto – Graveglia – Sturla”).