Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Mele, il futuro è “verde”. Il sindaco: “Con la nuova pala eolica energia pulita per tutte le abitazioni”

Più informazioni su

Mele. Neanche tremila abitanti (2.700 per la precisione), alle spalle di Genova e della delegazione di Voltri. Un piccolo comune, ma “verde” in tutti i sensi. Non solo perché a Mele la città sembra distante, ma perchè qui, da alcuni giorni, l’energia delle case è completamente pulita.

Come Mele ci sia riuscita, lo si capisce bene percorrendo l’autostrada che passa nelle vicinanze. Da alcuni giorni, infatti, le turbine di una pala eolica troneggiano sulla carreggiata. Energia pulita, economica e soprattutto “made in Mele”.

L’impianto già funziona e produce elettricità per tutti gli abitanti del paese. Un traguardo fortemente voluto dal sindaco Benedetta Clio Ferrando: “La prima idea l’abbiamo avuta nel 2003: energia pulita per tutti. Da lunghi anni di studi e progettazioni ecco il risultato. Si tratta di una pala di più di 149 metri, tutta in vetroresina e dal peso di circa 152 tonnellate”.

Ragguardevole l’energia prodotta: ben 3 MW all’anno, ben più del necessario. “Copre – spiega il sindaco – circa due volte il fabbisogno delle abitazioni civili. Insomma, Mele raggiunge e supera tranquillamente i parametri fissati dall’accordo di Kyoto. Bisognava produrre almeno il 20% di energia con fonti rinnovabili e noi ne produciamo addirittura il 54%”.

Tutto questo è stato possibile grazie alla collaborazione tra Comune e privati. “L’amministrazione – spiega Ferrando – ha trovato un accordo ed otterrà dai gestori un aggio del 3% sui profitti. Una somma importante, specie in tempi di crisi, che verrà reinvestita per numerosi interventi sul territorio”.

Nessun problema anche per quanto riguarda l’impatto ambientale. “L’accordo – conclude il primo cittadino – prevede anche le procedure di dismissione dell’impianto quando, tra circa 30 anni, terminerà il suo ciclo di vita. Inoltre la pala è stata installata in una zona già deturpata dall’autostrada e quindi non danneggia minimamente il paesaggio. Pensate che non è stato neanche effettuato nessun sbancamento. Anzi, se mi si permette una battuta, rende perfino più elegante il viadotto”.

Il nuovo futuro “verde” di Mele merita allora di essere celebrato. Cosa che puntualmente avverrà venerdì e sabato prossimi con un concerto e poi l’inaugurazione vera e propria alla presenza del Presidente della Regione Liguria Claudio Burlando.