Quantcast
Economia

Legacoop, domani il Welcome Day, focus sui giovani: “Sono pragmatici e hanno paura del futuro”

Genova. E’ la disoccupazione la principale preoccupazione dei giovani, il 48% di loro mette al primo posto tra le proprie ansie e i propri timori la mancanza di lavoro, subito dopo la precarietà del lavoro (45%), la mancanza di prospettive e il basso livello di salari e pensioni.

Sono i primi dati del sondaggio realizzato da Swg per Legacoop e Unioncamere Liguria sui giovani, i risultati dell’indagine saranno resi noti più precisamente domani, durante il Welcome Day, giornata dedicata alle nuove cooperative in programma domani, venerdì 21 settembre, al Grand Hotel Savoia.

“Abbiamo voluto questa ricerca per conoscere meglio i giovani liguri per modellare i nostri interventi per favorire l’imprenditoria – afferma Luciano Pasquale, presidente Unioncamere Liguria – c’è una spasmodica ricerca di lavoro, noi dobbiamo fare in modo che i giovani abbiano la possibilità di prendere confidenza questo mondo. Loro sono per noi portatori di risorse e innovazione. Le risposte che abbiamo avuto dalla ricerca ci dicono che i giovani sono molto pragmatici e sono molto preoccupati per il lavoro, hanno anche una certa difficoltà ad affrontare delle situazioni di stress”.

Il rischio è che si rivolgano a strade troppo facili, che alla fine risultano non percorribili o deludenti, “noi dobbiamo dare speranza – aggiunge Pasquale – e dire loro che è necessario avere spirito di sacrificio, avere voglia di conquistare una posizione”.

Tra il giugno 2010 e il luglio 2012, in Italia sono nate circa 18 mila imprese cooperative che hanno sviluppato per ora 5 miliardi di euro, occupando più di 100 mila persone “è un segnale molto importante e confortante – commenta Giancarlo Ferrari, direttore Legacoop nazionale – siamo in recessione, c’è il Pil in calo, ma si riesce a fare impresa e garantire posti di lavoro, stiamo analizzando nel merito questo dato per realizzare star up di imprese per i giovani”.

Crescono le cooperative del settore sociale, dei servizi, dell’informatica, della logica e qualcosa nasce anche nel settore dell’industria e dell’agroindustria.

Durante la giornata dedicata alle cooperative, verrà anche presentato il progetto “Up – RadicialFuturo”.

“Il progetto consiste sostanzialmente nella costruzione di una rete di rapporti tra cooperatori, associazioni cooperative europee, giovani universitari nell’ambito europeo, non ci fermiamo solamente a Genova – spiega Gianluigi Granero, presidente di Legacoop Liguria – l’obiettivo è costruire un occasione di confronto, scambio di idee, di sviluppo di progetto. Già da stamane alcuni cooperatori provenineti da diversi paesi europei sono al lavoro qui a Genova per costruire una rete stabile di confronto e puntare alla costruzione di qualche nuova impresa. Non ci dispiacerebbe anche dare vita a qualche nuova cooperativa utilizzando lo statuto della cooperativa europea”.