Quantcast
Politica

Genova, intesa sulla Stazione Unica Appaltante: strumento efficace contro le infiltrazioni mafiose

Genova. E’ intesa sulla Stazione Unica Appaltante tra Regione, Anci e Comune di Genova. Uno strumento in grado di garantire maggiore sicurezza non solo sui lavori inerenti le grandi infrastrutture, ma su tutte le opere svolte dagli enti pubblici. “Uno strumento importante per garantire un’azione che deve essere condotta continuativamente per fare in modo che nei lavori pubblici abbiano spazio solo imprese sane, pulite e non controllate dalla criminalità organizzata”, dichiara il sindaco di Genova, Marco Doria.

Il ministro dell’Interno Anna Maria Cancellieri, intanto, ha anche dichiarato che sarà fatto tutto il possibile per aiutare il regolare svolgimento delle grandi opere: “E’ un momento importante – ha detto Cancellieri – ed e’ bello sapere che tutti noi vogliamo la massima trasparenza e correttezza, ma anche la velocita’ degli adempimenti coniugando sicurezza e sviluppo”.

“Certamente questo sarà l’impegno di tutti i soggetti preposti al controllo del sistema degli appalti pubblici”, commenta Doria.

Una giornata importante, quindi, per Genova a la Regione. “Alcuni mesi fa avevamo siglato il protocollo e oggi, con la firma, raggiungiamo l’obiettivo che ci eravamo prefissati – dichiara il presidente della Regione, Claudio Burlando – Soprattutto in un momento in cui si parla della partenza delle grandi opere, come il Terzo Valico, la Stazioni Unica Appaltante diventa fondamentale, visto che infrastrutture di questo tipo potrebbero attirare anche appetiti indesiderati. Il nuovo strumento, però, sarà importantissimo anche per le opere minori perché garantirà di tenere d’occhio tutta la catena di appalti e subappalti”.