Chiavari, il consigliere Chiesa sui parcheggi in piazza Mazzini: "Il Comune non doveva predisporre il bando" - Genova 24

Chiavari, il consigliere Chiesa sui parcheggi in piazza Mazzini: “Il Comune non doveva predisporre il bando”

ezio chiesa

Regione. Non lascia dubbi la risposta dell’assessore regionale alle Attività produttive Renzo Guccinelli all’interrogazione presentata dal consigliere Ezio Chiesa circa il bando pubblicato nel bollettino ufficiale della Regione Liguria n° 30 del 25 luglio 2012 per l’assegnazione di due posteggi in concessione decennale, predisposto dal Comune di Chiavari, presso il mercato che si svolge in piazza Mazzini tutti i giorni dal lunedì al sabato.

Guccinelli sottolinea come il Comune di Chiavari fosse chiamato ad applicare la norma transitoria che stabilisce come tutte le concessioni in essere sono prorogate fino al 2017.

Nella risposta pervenuta a Chiesa, in data odierna, l’assessore ripercorre gli adempimenti compiuti dalla Regione a fronte della direttiva “Bolkestein”, a iniziare dalle modifiche alla legge 1/2007 in materia di commercio che tiene anche conto delle disposizioni in materia di commercio su aree pubbliche previste, con una serie di criteri, al comma 5 dell’articolo 70 del decreto legislativo 59/2010.

Sempre l’articolo 70 stabilisce che, con intesa della Conferenza unificata, sono individuati i criteri per il rilascio e il rinnovo delle concessioni dei posteggi.

Durante la Conferenza Unificata Stato/Regioni, firmata in data 5 luglio 2012, sono stati stabiliti una serie di principi al fine di garantire su tutto il territorio nazionale una omogeneità nell’applicazione dei criteri indicati e la individuazione delle disposizioni transitorie.

Pertanto fino al 2017 tutto doveva rimanere fermo, solo dopo quella data i Comuni dovranno emanare nuovi bandi.