Quantcast
Cronaca

Attentato Adinolfi, Gai e Cospito restano in carcere: trasferiti alla casa circondariale di Sanremo

Genova. Restano in carcere Alfredo Cospito e Nicola Gai, i due anarchici accusati dell’attentato all’Ad di Ansaldo nucleare Roberto Adinolfi. Il gip Massimo Cusatti ha emesso una nuova ordinanza di custodia cautelare in carcere peri due, arrestati il 14 settembre a Torino.

Il gip ha trasmesso il provvedimento alla procura di Genova: Cusatti ha accolto la domanda di rinnovazione della misura cautelare in carcere chiesta dai pm di Genova dopo che il Gip di Torino aveva emesso la prima ordinanza.

Secondo quanto appreso, ci sarebbero gravi indizi a carico di Cospito e Gai alla luce dei nuovi elementi forniti dagli investigatori coordinati dalla procura di Genova. Il gip Cusatti nel luglio scorso non aveva accolto per i due la richiesta di custodia cautelare in carcere avanzata dalla procura perche’ sarebbero mancati i gravi indizi di colpevolezza.

Cospito e Gai sono indagati per attentato all’ incolumità personale con finalita’ terroristiche, lesioni personali gravi, porto abusivo di arma e furto.

In base all’ordinanza del gip Cusatti, Cospito e Gai sono stati oggi trasferiti nel carcere di Sanremo.