Anche Genova alla regata internazionale di costal rowing delle Cinque Terre - Genova 24
Sport

Anche Genova alla regata internazionale di costal rowing delle Cinque Terre

canottaggio

Genova. Prende il via nel prossimo week end, sabato 22 e domenica 23 settembre la Regata Internazionale di Coastal Rowing nelle Cinque Terre durante la quale sarà assegnato il “Trofeo Gino e Bebe De Andreis”.
 
La manifestazione, riservata a equipaggi maschili e femminili delle categorie Seniores e Master, è indetta dalla Federazione Italiana Canottaggio ed è organizzata dallo YachtClub Italiano e dall’Associazione Canottieri “Il Gabbiano” con la collaborazione del Comitato Regionale Liguria della Federazione Italiana Canottaggio, del Circolo Velico Monterosso “Gino e Bebe De Andreis”, dell’Ente Parco Nazionale delle Cinque Terre, del Comune di Monterosso al Mare e del Centro Residenziale e di Soggiorno Padre Giovanni Semeria.
 
Le imbarcazioni ammesse sono 1x, 2x, 4x+ (singolo, doppio e quattro di coppia con timoniere): a tre giorni dal via sono 23 le imbarcazioni partecipanti, di cui8 equipaggi femminili (11 imbarcazioni 4 di coppia con timoniere, 8 imbarcazioni 2 di coppia , 4 singoli). Le società rappresentate sono 19: Rowing Club Genovese, A.C. Gavirate, A.C Arolo, Yacht Club Italiano (Genova), Lega Navale Sestri Levante, S.C. Caldè (Castelveccana), S.C. Cerea (Torino), A.C. Germignaga, A.C.Sanremo, Società Ginnastica Triestina, S.S. Murcarolo (Genova), A.C. IlGabbiano (Monterosso al Mare), S.C. Velocior (La Spezia), C.N. Posillipo (Napoli), S.C. Caprera (Torino), S.C. Esperia (Torino), S.C. Genovesi Elpis, S.TC. Adria (Trieste), A.C Santo Stefano al Mare.

Nato nella Francia del Sud a metà degli anni Novanta, il Coastal Rowing è una nuova disciplina remiera che la Federazione Internazionale delle società di canottaggio (FISA) intende promuovere per valorizzare le tradizioni remiere delle comunità costiere avvicinandole alla disciplina agonistica del canottaggio olimpico.

Il punto di partenza: realizzare barche idonee a reggere un mare formato con onda e vento e così sostituire le yole di legno. La FISA ha quindi individuato una nuova categoria di barche che riproducessero quelle di tipo olimpico, consentendone l’uso agonistico ed amatoriale anche in mare aperto ed in condizioni di mare mosso o molto mosso: le barche da coastal-rowing a uno, due e quattro vogatori.
 
La regata si svolgerà su un percorso quadrangolare, con giri di boa, su una distanza complessiva di 6 chilometri circa. Sabato 22 settembre alle ore 15 e 30 i partecipanti potranno uscire in mare per effettuare una ricognizione del percorso di gara; in serata, è previsto un buffet presso il Circolo Velico Monterosso “Gino e Bebe De Andreis”. Domenica 23 settembre, dopo l’iscrizione e il briefing, prenderà il via la regata competitiva con partenza prevista alle ore 9.30. Al termine della prova, alle 12.30 circa di domenica 23 settembre, si svolgerà la premiazione. Il Trofeo “Gino e Bebe De Andreis” verrà assegnato al Club risultato primo nella speciale classifica di società. Per ciascuna specialità, in ogni categoria, verrà assegnata una coppa al primo equipaggio classificato
 
 

Più informazioni