Vas, assessore Briano su Twitter: "La Liguria avrà prestissimo la sua legge" - Genova 24

Vas, assessore Briano su Twitter: “La Liguria avrà prestissimo la sua legge”

briano renata

Regione. La Regione Liguria avrà prestissimo la legge sulla Valutazione ambientale strategica. Parola, anzi tweet dell’assessore regionale all’ambiente, Renata Briano.
“In Commissione per Legge sulla VAS – rende noto su Twitter la Briano – La Regione Liguria avrà prestissimo la sua legge!”.

Ma il cammino per per dotare la Liguria di una legge sulla Valutazione Ambientale Strategica, normativa sollecitata dall’Europa, non è stato tutto in discesa. Ci sono voluti quasi due anni di tira e molla e qualche alzata di tono da parte dei consiglieri Matteo Rossi (Sel), Alessandro Benzi, e Giacomo Conti (FdS), autori della prima proposta di legge.

Sul tema della VAS la Liguria è infatti in ritardo, non avendo fino a oggi, ottemperato alla Direttiva Europea 42 del 2001.
Da qui la proposta di legge regionale presentata più di un anno fa dal capogruppo in Regione di SEL Matteo Rossi per colmare il vuoto normativo. La giunta (Assessori Fusco, Paita e Briano), sollecitata dalla proposta di legge, ha presentato un suo disegno di legge. Dal confronto dei due testi sono usciti alcuni elementi di diversità, motivo di emendamenti da parte dei consiglieri della sinistra.

“Siamo molto soddisfatti che siano stati accettati tutti i nostri emendamenti, per noi imprescindibili, al testo di legge della giunta”, dichiara Rossi. Uno riguarda i SUA (strumento urbanistico attuativo) e i PUA (piani urbanistici attuativi) che contrariamente a quanto previsto inizialmente dalla giunta, verranno assoggettati a VAS. “L’altro punto a cui tenevamo molto era quello della partecipazione. Abbiamo valutato carente la proposta iniziale e fatto una nostra proposta che va nella direzione di un maggiore coinvolgimento dei cittadini nelle scelte strategiche del territorio”.

“Oggi facciamo un regalo al nostro territorio troppe volte offeso – continua Rossi – Rispetto alla VIA (valutazione d’impatto ambientale), infatti, la VAS interviene prima dello stato di avanzamento di un progetto, ossia, in fase di studio. Insomma un capovolgimento di prospettiva: mentre la VIA interviene a valle, alla fine di un progetto, la VAS si configura come un processo decisionale completo e partecipato di studio, analisi e fattibilità delle opere”. Il consigliere conclude sottolineando che la sua proposta è nata “di concerto e con l’aiuto di Legambiente”.

“Grazie alla nostra pressione sulla Maggioranza, siamo riusciti a raggiungere un obiettivo importantissimo per la tutela e la salvaguardia del nostro territorio – commentano Benzi e Conti (FdS) – Finalmente si colma un ritardo storico che la nostra Regione aveva accumulato”.