Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Tunnel Rapallo-Santa Margherita, De Marchi non molla: “La giunta sovrana dice no”

Santa Margherita. In relazione all’ipotesi di tunnel fra Rapallo e Santa Margherita, e a quanto riportato dagli organi di stampa sull’ultimo consiglio comunale di Rapallo, il sindaco Roberto De Marchi e la giunta ribadiscono la sovranità del consiglio comunale di Santa Margherita negli ambiti che la legge individua come di propria competenza.

Per questo ribadiscono che l’esercizio di questa sovranità non può soggiacere a pressioni o condizionamenti di alcun tipo, in particolar modo se tesi a colpire il normale svolgimento della vita sociale. “La gravità di quanto emerso ci impone di coinvolgere il Prefetto e di valutare l’opportunità di chiedere in quella sede un incontro chiarificatore con gli organi di vertice del Comune di Rapallo”, si legge in una nota.

Sul tunnel il parere del Comune di Santa Margherita Ligure rimane quello già ribadito più volte: un’opera inaccettabile dal punto di vista ambientale, concettualmente vecchia, relativamente inutile per la stessa Rapallo, insostenibile e immorale sotto il profilo dei costi.

“Se il parere è dunque negativo in sé, farne oggetto di un vero e proprio ‘aut aut’ rende anche politicamente irricevibile la richiesta di modifica dello strumento urbanistico. Sarebbe del resto singolare che gli enti sovra-ordinati accettassero una simile ipotesi mentre meri ambiti di riqualificazione, nel quadro di un PUC a crescita zero, sono oggetto di preoccupazione e di polemica. Di fronte a una scenario di questo tipo, auspichiamo pertanto che altre voci possano levarsi in difesa del territorio di Santa Margherita Ligure”, si legge ancora nella nota.

Il Sindaco De Marchi, infine, desidera chiarire che le sue recenti dichiarazioni sulla storia amministrativa di Rapallo non erano evidentemente tese a colpire i sindaci recenti della città e chiede pertanto che non siano strumentalizzate per alterare il clima di serenità e collaborazione tra le amministrazioni. “Resto comunque fiducioso – conclude De Marchi – che la posizione del sindaco di Rapallo non rispecchi in nessun modo la ‘belligeranza’ degli accenti usati da alcuni consiglieri e sottolineati dalle cronache. Non abbiamo mai negato al comune di Rapallo la disponibilità a confrontarci sulla viabilità. Il problema, fino ad oggi, è stato uno: mentre per noi il tema della mobilità è ampio e articolato, per Rapallo è sempre stato sinonimo di tunnel. O di semafori. Auspico che la nuova amministrazione comprenda lo spirito costruttivo e ragionevole del nostro approccio”.