Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Stasera Festa Hawaiana ‘abusiva’ a Sestri Levante, Silp: “Il Questore non ammette la carenza di risorse”

Sestri Levante. Stasera si svolgerà la Feste Hawaiana non autorizzata dal Comune, che già negli scorsi giorni ha sollevato tante polemiche e paure, ad esempio quelle dei pendolari, che ogni anno, il giorno seguente alla manifestazione, trovano treni semi distrutti e molto sporchi. Questa volta, invece, è il Silp a sollevare critiche e preoccupazioni.

“L’ordine pubblico di una manifestazione non autorizzata sarà affidata al risicato  personale dei Commissariati di Chiavari e Rapallo – dichiara Roberto Traverso, segretario provinciale del Silp Cgil – Il Questore non ammette la carenza di risorse e preferisce ‘spremere’ i lavoratori chiedendo addirittura di rendersi disponibili ad attività di ‘volontariato’. In queste condizioni sarebbe stato opportuna la scelta tecnica di prevedere la ‘riserva’ del Reparto Mobile di Genova in ausilio alle forze territoriali in caso di criticità”.

Il Silp ha incontrato il Questore, che ha paragonato la festa hawaiana alla movida del centro storico di Genova. “Siamo ancora una volta perplessi di fronte ad un’amministrazione che predica bene ma razzola male – prosegue Traverso – Mentre continua ad impiegare massicciamente il personale a Genova per motivi di ordine pubblico (pattuglioni nel Centro Storico compresi) minimizza sulle criticità annunciate per la Festa Hawaiana di Sestri Levante”.
Il Silp dichiara di comprendere la preoccupazione del sindaco di Sestri Levante, che pur impiegando tutta la polizia municipale a sua disposizione è perfettamente al corrente che gli stessi non svolgono funzioni di ordine pubblico.

“Pertanto ancora una volta il buon andamento del servizio sarà affidato al buon senso e alla professionalità degli operatori dipendenti dalla Questura – conclude Traverso – Il Silp Cgil seguirà con molta attenzione l’esito del servizio di ordine pubblico in questione in quanto riteniamo che la tutela della sicurezza degli operatori e dei cittadini non sia sufficientemente garantita dal dispositivo messo in atto dal Questore di Genova”.