Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Scomparsa di Francesca Arkel: la lettera che non convince e l’angoscia della famiglia

Varazze. Una lettera che non convince, che lascia dubbi e tanti interrogativi. Almeno al fratello Federico che, in quello scritto, non ritrova lo “zampino” di Francesca. Frasi troppo dure e una grammatica fin troppo corretta per una ragazzina che, dicono alcuni famigliari, cadeva spesso in errori di ortografia.

La lettera cui si fa riferimento è quella che sarebbe stata recapitata alla madre della giovane scomparsa dalla comunità “Capo Horn” di Varazze lo scorso 23 luglio, e che la donna ha consegnato ai carabinieri che stanno svolgendo gli accertamenti del caso. Un messaggio col quale Francesca avrebbe fatto sapere di essere scappata via di sua volontà e di non avere intenzione di tornare.

Il dubbio è che possa non essere stata la giovane a scrivere quelle righe e che possa essere trattenuta da qualcuno contro il proprio volere. Ci sono particolari che stonerebbero, almeno secondo il fratello, che non smette di chiedere agli inquirenti di indagare con più convinzione. “Mia sorella non è una sbandata, è una ragazzina che manca da casa da tre settimane e che non può cavarsela da sola, senza soldi e senza vestiti” ha dichiarato nei giorni scorsi. In più Francy, come la chiamano gli amici, ha da poco perso il padre: un fatto che potrebbe averla resa ancor più fragile e influenzabile.

Francesca Arkel è nata a Genova il 31 dicembre del 1996. E’ alta 1.60 circa, ha un piercing al naso. Chi l’avesse vista è pregato di contattare i carabinieri oppure i numeri: 347/4082144 e 3480462253.