Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Pallanuoto, Aicardi giocherà per la Pro Recco. Giorgetti: “Riporteremo la squadra ai massimi livelli”

Recco. Cala il sipario sull’Olimpiade, si accende il mercato. I protagonisti dell’argento azzurro a Londra hanno avuto appena il tempo di rientrare in patria che già si sono ritrovati al centro delle attenzioni relative ai cambi di calottina per l’imminente stagione.

Non è più tempo di voci, è ora delle conferme. La più attesa riguarda il centroboa di Tovo San Giacomo, Matteo Aicardi, che ha preso la sua decisione definitiva: lascia la Rari Nantes Savona, giocherà per la Pro Recco. All’arrivo a Linate, “Big Matt”, che venerdì sera sarà festeggiato nella piazza del suo paese, ha confermato: “Ho saldato il mio debito con la Rari Nantes, ora mi aspetta la Pro Recco”.

In biancoceleste troverà gli altri liguri protagonisti a Londra: Maurizio Felugo, Giacomo Pastorino e Alex Giorgetti. E’ quest’ultimo a commentare il cambio di casacca del centroboa: “Aicardi ormai è nostro, siamo contenti. Lo abbiamo voluto a tutti gli effetti e ora sarà un problema degli altri. Noi saremo ancora più favoriti”.

Lo stesso Giorgetti fa un’analisi sulla prossima annata della Serie A1: “La stagione che verrà sarà sicuramente una stagione diversa. La Pro Recco avrà una rosa sfoltita, il Savona non sarà più grande come lo scorso anno, il Posillipo sembra che abbia qualche problema. Il Brescia sembra l’unica squadra stabile come lo scorso anno. Quindi dovrebbe essere un campionato un po’ più ‘fiacco’”.

“Per la Pro Recco c’è il rammarico di non andare a giocare la Coppa – prosegue -. Sarà un anno duro, di umiltà. Bisognerà ricostruire tutto quello che abbiamo fatto e pian piano riportare il Recco ai massimi livelli”.

Riguardo all’addio della famiglia Volpi, Giorgetti confessa: “Mancherà alla pallanuoto mondiale perché è stato l’unico imprenditore, l’unico appassionato a voler rendere questo sport professionistico. E’ stato l’unico che ci ha messo veramente il cuore e gli investimenti. Penso che la Federazione abbia sbagliato a dargli contro e a non favorirlo in certi progetti. Così pare che la sua era sia sfumata. Confidiamo però che vedendo i nostri ottimi risultati torni a Recco”.

A Londra è emerso il valore della Rari Nantes Savona, capace di “forgiare” ben quattro dei tredici componenti della rosa del c.t. Campagna. “La Rari Nantes è sempre stata una grande squadra a livello italiano e europeo e i giocatori che l’hanno lasciata restano comunque parte della sua storia. E’ giusto – conclude Alex – che si debba ringraziare chi ci ha fatto arrivare fin qua”.

Per quanto riguarda la Pro Recco, iniziano i primi addii: Sandro Sukno è andato al Primorje, Guillermo Molina alla Florentia. Partiranno anche altri sette stranieri. Dovrebbero restare solamente l’ungherese Norbert Madaras ed il montenegrino Aleksandar Ivovic.