Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Olimpiadi, pallavolo: nei quarti di finale Kim Yeon-Koung stende le italiane

Genova. Si è fermata nei quarti di finale la corsa dell’Italia nel torneo olimpico di pallavolo femminile. Le quattro vittorie nei primi quattro incontri avevano fatto sperare i tifosi azzurri che la squadra guidata da Barbolini potesse raggiungere la semifinale, ma il match con la Russia prima e il quarto di finale con la Sud Corea poi, hanno riportato tutti con i piedi per terra.

L’Italia si presenta in campo con Core, Arrighetti, L. Bosetti, Costagrande, Gioli, Lo Bianco. Le asiatiche rispondono con Song-Yi, Kim Sa-Nee, Jung Dae-Young, Kim Yeon-Koung, Yang Hyo-Jin, Kim Hee-Jin e il libero Kim Hae-Ran.

In avvio le italiane stentano ma un provvidenziale time-out di Barbolini fa cambiare direzione al set. Con Del Core al servizio l’Italia passa dall’8 – 9 al 13 – 9. Gioli a rete è insuperabile, Costagrande mette a terra palloni pesanti. I cambi del tecnico sudcoreano non sortiscono effetto e il parziale si chiude sul 25 – 18.

Nel secondo set la Sud Corea parte bene, ma l’Italia pareggia i conti a 9. Kim Yeon-Koung, top scorer del torneo, inizia a macinare punti. Si va sul 9 – 12, ma ci pensa Gioli con una fast e un muro a impattare a 13. Le asiatiche migliorano in difesa e tengono alto il proprio ritmo di gioco, fino ad imporsi per 21 – 25.

Il terzo set resta in equilibrio fino al 5 pari. Poi la Sud Corea passa a condurre e con grande determinazione riesce sempre a stare davanti. Kim Yeon-Koung va a segno a ripetizione. Il tabellone segna 7 – 11, poi 11 – 15 quando entra Piccinini per Costagrande. Il margine si riduce fino al 16 – 18, ma non di più. Kim Yeon-Koung mura prima Gioli e poi Bosetti, chiudendo 20 – 25.

Nel quarto set Barbolini tiene Piccinini nel sestetto titolare. La difesa italiana, però, stenta. Molte ricezioni sono tutt’altro che perfette. Il primo break è delle sudcoreane: 5 – 8. Arrighetti prova a spingere le azzurre all’aggancio, ma la rimonta si ferma al – 1. Il tecnico azzurro si gioca le sue pause, invano. Al secondo time-out tecnico lo score è 11 – 16. Poi, precipita fino al 15 – 23. Il set termina 18 – 25 e la Sud Corea approda nei quarti di finale, confermando di avere un movimento pallavolistico in crescita. Per l’Italia non si può dire altrettanto.