Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Olimpiadi, pallavolo femminile: prima sconfitta per l’Italia, nei quarti Cina o Sud Corea

Genova. Prima sconfitta per la nazionale femminile di pallavolo ai Giochi Olimpici 2012. Dopo essersi trovata in vantaggio per 2 – 1, l’Italia ha ceduto al tie-break alla Russia, trascinata dalla coppia Gamova e Ghoncharova, 64 punti in due, ed ha chiuso al secondo posto nella classifica finale della pool A.

Le azzurre torneranno in campo martedì contro un’avversaria che sarà conosciuta soltanto al termine di tutte le gare odierne e gliela assegnerà un sorteggio, tra la seconda e la terza classificata dell’altra pool, ancora in corso.

Barbolini ha recuperato Lo Bianco ed ha potuto schierare inizialmente la formazione titolare, poi, quando la capitana ha finito la sua autonomia, l’ha sostituita con Rondon. Nel corso della gara spazio anche a Piccinini. Tra le italiane, in una prestazione nel complesso in chiaroscuro, molto bene Lucia Bosetti e Simona Gioli.

L’Italia parte bene, accumula 5 punti di vantaggio, poi la Russia comincia a macinare gioco con le sue alte e potenti attaccanti di banda. Nel sestetto azzurro si inceppa qualcosa in ricezione e il risultato ritorna in parità. Del Core viene sostituita con Piccinini. La Russia allunga e arriva sul 24 a 21, l’Italia non demorde, annulla 5 set points e poi si impone 28 – 26.

Nel secondo set l’intensità del gioco azzurro diminuisce. Gli alti muri russi inducono le ragazze allenate da Barbolini all’errore. Sospinta da Gamova la Russia allunga nella parte centrale del match, arriva ad avere 6 lunghezze di vantaggio e in pratica poi amministra il gioco, nonostante il grande impegno di Lucia Bosetti e Gioli, sicuramente le più redditizie tra le italiane. Con un parziale di 25 – 19 il computo dei set torna in parità.

Anche all’inizio del terzo set la squadra di coach Barbolini appare in difficoltà, ma reagisce subito e prende in mano il gioco sino ad arrivare a condurre per 15 – 8. La squadra guidata da Ovchinnikov, che aveva inserito Sokolova al posto di Artamonova, continua ad inseguire, arrivando anche a sole 2 lunghezze di svantaggio sul 24 – 22, ma alla fine cede le armi e va sotto per 2 a 1.

Negativo l’inizio del quarto set delle italiane, con la Russia che si porta sull’8 – 0. Un vantaggio che, nonostante gli sforzi, l’Italia non è più capace di intaccare, tornando, al massimo, sotto di 6. Finisce 16 – 25.

Nel tie-break l’Italia comincia bene e con un muro di Gioli su Goncharova va sul 3 – 1. Gamova impatta a 4, poi la Russia mette la testa avanti. Si cambia campo sull’8 a 5 per le giocatrici in maglia rossa. Gamova spinge le sue sul + 4, un altro muro di Gioli sigla l’11 – 13. E’ l’ultimo sussulto italiano: il set termina 11 – 15.

La durata complessiva dell’incontro è stata di 1 ora e 56′. Per Simona Gioli, top scorer azzurra, ben 21 punti, frutto di 16 attacchi e 5 muri. Per Valentina Arrighetti 8 punti, con 6 attacchi e 2 muri.

La classifica finale del girone A: Russia 14, Italia 13, Giappone 9, Repubblica Dominicana 6, Gran Bretagna 2, Algeria 1. Le azzurre affronteranno la Cina o la Sud Corea.