Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Milan-Sampdoria, mister Ferrara: “Andiamo a San Siro per giocarcela”

Genova. La Samp non ha paura di sfidare il Milan di Allegri, contro cui esordirà domani in Campionato, ma siccome è meglio aver paura che buscarle, Ferrara ha convocato anche Maxi Lopez, nonostante soffra ancora dei postumi di una lombalgia e le sue condizioni verranno valutate all’ultimo momento.

“Comunque – ha detto Ferrara, reduce dal successo nel Camp Nou di Barcellona contro le seconde linee blaugrana – andiamo a San Siro per giocarcela”. Ferrara non potrà contare nemmeno sullo squalificato Pozzi e sull’acciaccato Juan Antonio. Come punta centrale, dunque, se l’argentino non dovesse farcela, potrebbe toccare a Mauro Icardi.

“In avanti potremmo utilizzare Icardi, nonostante nelle ultime settimane sia stato molto impegnato con la sua Nazionale giocando tante partite in poco tempo”, oppure Eder protrebbe essere spostato in posizione centrale.

“Affronteremo un avversario di assoluto valore – ha proseguito Ferrara -, una squadra esperta, con tante qualità, ma noi siamo pronti, ci siamo preparati bene e vogliamo giocarcela, pur sapendo che sarà un inizio in salita. Partite come questa possono farci acquisire mentalità e punti al tempo stesso”.

Un aiuto potrebbe arrivare dal momento non facile che i rossoneri stanno vivendo, anche se Ferrara pensa a concentrarsi soprattutto sulla propria squadra. “Io non so che ambiente ci sia al Milan, ma conosco quello della Samp. Hanno problemi? Noi cercheremo di crearne altri”. Milan-Sampdoria sarà anche la sfida tra Pazzini e Gastaldello, due degli ‘eroi’ del quarto posto del 2010 e domani avversari in campo, senza segreti l’uno per l’altro.

“Le partite non sono mai una sfida tra singoli, ma tra squadre. Aver già giocato insieme, poi, non sempre aiuta: Gastaldello sa tutto di Pazzini, ma anche Pazzini conosce bene Gastaldello”. L’ultima battuta è sul mercato, che potrebbe portare ancora dei cambiamenti nell’organico dei blucerchiati. Anche se Ferrara adesso vuol parlare solo della sfida contro il Milan è certo che “la società sa cosa serve ed è in perfetta sintonia con me”.