Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ilva, vertice in Prefettura a Taranto: grande attesa per l’esito anche a Genova

Genova. Oggi a Taranto si svolgerà il vertice istituzionale sulla vertenza Ilva, a cui prenderanno parte, tra gli altri, i ministri dell’Ambiente Corrado Clini e dello Sviluppo economico Corrado Passera. Per questo motivo sono vietati cortei e altre manifestazioni nella zona rossa, ovvero “sotto la Prefettura e nelle relative adiacenze”. Intanto, anche ieri dalle 10 alle 12, centinaia di operai hanno aderito allo sciopero indetto da Fim Cisl e Uilm per scongiurare la chiusura dell’acciaieria, mentre la Fiom Cgil continua a non aderisce ritenendo ingiusto protestare contro i magistrati.

I ministri sono a Taranto per un giro di consultazioni al fine di tentare di trovare una soluzione al caso dello stabilimento Ilva e quella di oggi sarà una giornata ricca di appuntamenti. Alle 11.30 il vertice in Prefettura, alle 14.00 l’incontro con il presidente dell’Ilva, mentre alle 15 è previsto un incontro con le organizzazioni sindacali nazionali e Confindustria nazionale.

Sulla vicenda dell’Ilva è intervenuto anche il ministro dell’Interno Anna Maria Cancellieri, spiegando che “se l’azienda dovesse chiudere gli impianti a caldo, avremo dei problemi drammatici per tutta l’economia del paese”. Infatti, in caso di conferma della chiusura dello stabilimento di Taranto, sarebbero guai seri anche per le fabbriche di Genova, Novi Ligure e Racconigi, visto che le lamiere da lavorare provengono proprio dalla Puglia.

In queste ore, quindi, l’attesa e la preoccupazione salgono anche a Genova. “Se si fermerà l’Ilva di Taranto ‘si fermeranno di conseguenza anche gli stabilimenti di Genova e Novi Ligure’ e questo ‘sarà come minimo un disastro”. Lo ha detto più volte il segretario della Fiom-Cgil, Franco Grondona.