Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ilva, il gruppo Riva investirà 146 milioni per il risanamento di Taranto: concluso il vertice con Clini e Passera

Taranto. Il Gruppo Riva, proprietario dell’Ilva di Taranto, investirà 146 milioni di euro per la “bonifica” dell’impianto siderurgico, al centro di un’inchiesta della magistratura per disastro ambientale.Lo ha detto oggi il presidente Bruno Ferrante, che a Taranto ha incontrato il ministro dello Sviluppo Economico Corrado Passera e quello dell’Ambiente Corrado Clini.

Ferrante ha illustrato gli impegni già assunti dal gruppo (il 17esimo nel mondo per la produzione di acciaio) sul fronte del risanamento ambientale. “Non siamo fuorilegge. La legge l’abbiamo sempre osservata e rispettata” ha detto Ferrante in una conferenza stampa convocata dopo il vertice.

“Ci muoviamo e ci siamo sempre mossi rispettando le prescrizioni dell’Aia – ha detto – dobbiamo dimostrare la volonta’ di risanamento e di messa in sicurezza e lo faremo. Se c’e’ una strada anche piccola per far prevalere il dialogo la percorrero”.

“Abbiamo gia’ impegnato e finanziato 90 milioni di euro e abbiamo in animo di finanziarne a breve altri 56: per un totale di 146 milioni che l’Ilva mette per l’ambiente”.

L’Ilva, anche in questi giorni, sta continuando a produrre. Ma lo sta facendo “al minimo”. Questo, ha spiegato Ferrante, “non per l’autorita’ giudiziaria ma perche’ il mercato ci richiede quella quantita’ di prodotto”.

A Taranto, intanto, oggi, in concomitanza con il vertice, si è svolta una manifestazione a favore della magistratura. Circa 2 mila i partecipanti, ambientalisti e cittadini. La manifestazione, nonostante il divieto, si è svolta senza incidenti.