Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova, Un Sud America Partenopeo: concerto alla Lanterna

Più informazioni su

Genova. Le serate alla Lanterna proseguono domenica 19 agosto, alle 21, con i coinvolgenti ritmi eseguiti dai Los del Sur. La proposta di questo viaggio musicale nelle culture popolari del mondo proposto dalla provincia di Genova con l’associazione Corelli di Savona si sposta idealmente in Sud America. Lo scenario è sempre il palco al parco delle Mura sotto il faro simbolo della città.

La formazione Los del Sur (Galo Cadena, voce; Corrado Cordova, chitarra; Ariel Angel, chitarra, basso; Massimo Rosada, percussioni) propone il suo repertorio di brani frizzanti e coinvolgenti attraverso più luoghi del subcontinente latino americano. Il concerto è come un viaggio immaginario che porta, con passione, dolcezza, nostalgia ed energia alla scoperta dei colori, delle tradizioni e della cultura del Sud America. Vengono proposti generi quali joropo venezuelano, chacarera, capishca, tango, milonga, rumba, cueca cilena, pasillo. Il tutto nel pieno rispetto della tradizione, ma con arrangiamenti che rendono i brani unici.

La forza espressiva, la capacità interpretativa, il colore e la potenza della voce fanno sì che Galo Cadena sia un artista difficile da dimenticare per chiunque lo abbia ascoltato almeno una volta. Il suo repertorio di canzoni spazia da sue composizioni a quelle dei grandi autori dell’America Latina. Interprete raffinato e appassionato coinvolge e affascina con una tecnica vocale di grande impatto emozionale.

Nato a Quito, in Ecuador, Galo Cadena vive in Italia dal 2000. In dodici anni ha conquistato pubblico e musicisti, esibendosi in numerosissimi concerti in tutta Italia. A Napoli si è esibito con i migliori musicisti della scena partenopea (Peppe Barra, Eddy Napoli, Lino Cannavacciuolo. Collaborando, tra gli altri, con Lina Sastri, Roberto Murolo, Enzo Gragnaniello e della Nuova Compagnia
di Canto Popolare. Per tutti gli eventi della rassegna l’ingresso è gratuito fino ad esaurimento posti.