Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genoa fuori dalla Coppa Italia, ma De Canio non è preoccupato: da domani al lavoro per il Campionato

Genova. La sconfitta contro il Verona e la conseguente eliminazione dalla Coppa Italia hanno fatto scattare il campanello d’allarme in casa Genoa, ma nonostante questo mister De Canio non è preoccupato.

I rossoblù non hanno chiuso la partita quando ne hanno avuto l’occasione e probabilmente hanno affrontato un avversario di valore come il Verona con un po’ troppa sufficienza.

Tante le assenze per l’allenatore Gigi De Canio, che hanno sicuramente influito sulle sue scelte: Kucka, Ze’ Eduardo, Jorquera, Toszer, Anselmo, Velazquez e Immobile, quest’ultimo entrato solo dopo il pareggio di Bjelanovic, sono possibili titolari che ieri erano divisi tra panchina e tribuna e possono rappresentare un alibi importante.

”Probabilmente c’e’ stato un calo di attenzione – ha ammesso lo stesso De Canio – avevamo in mano la partita e forse pensavamo di poterla gestire meglio. I cambi erano in parte preventivati, anche per far giocare chi era piu’ indietro nella condizione. La formazione iniziale? E’ stata dettata da alcune assenze e dai numerosi giocatori rientrati dagli impegni con le rispettive Nazionali solo all’ultimo”.

Tra le note positive, la prova di Antonelli, finalmente pronto e recuperato, ma ancora non al meglio della condizione. A dimostrarlo il fatto che, poco prima della sua sostituzione, dalla sua fascia è arrivato il cross che ha portato al pareggio dei gialloblù scaligeri.

De Canio è apparso comunque tranquillo. ”Non sono granchè preoccupato – ha osservato -.Certo abbiamo bisogno di lavorare e ci sono sfasature che solo
il tempo puo’ rimediare. Dobbiamo crescere e non ci nascondiamo le difficoltà . Ma, come avevo detto prima di questa sfida, nessun trionfalismo se avessimo vinto, ma non corro nemmeno subito a fasciarmi la testa, perché abbiamo perso ai rigori”.

Archiviata la Coppa Italia, da martedì Genoa al lavoro per l’esordio in campionato contro il Cagliari, contando anche su Kucka e Ze’ Eduardo, entrambi recuperati. Da valutare, invece, la disponibiltà di Anselmo e Velazquez, tutti e due in attesa del transfer internazionale.

La preoccupazione maggiore è per Velazquez, con l’Indipendiente che lamenta il mancato pagamento della prima rata e minaccia di riprendersi il giocatore, ma il Genoa si dice tranquillo.