Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ferrovie, riparte “No ticket, no parti”: pugno di ferro contro i tifosi senza biglietto

Più informazioni su

Liguria. Proseguirà anche nella nostra regione la politica di “tolleranza zero” da parte di Ferrovie dello Stato in occasione del campionato di calcio che sta per iniziare.

La campagna “No ticket, no parti” è rivolta ai tifosi di calcio di tutta Italia, che decideranno di seguire i loro beniamini in trasferta. E’ capitato infatti spesso, nel passato, che i gruppi di supporters si imbarcassero su treni speciali approntati per l’occasione senza pagare il biglietto e, in alcune occasioni, devastassero i convogli.

Un comportamento che, nel solo 2007/08, ultimo anno prima dell’inizio di “No ticket, no parti”, causò 1 milione e 827mila euro di costi – secondo la valutazione di Ferrovie dello Stato.

L’anno scorso, invece, sono stati oltre settemila i supporter trasportati, con un attivo per l’azienda di 161mila euro. Anche quest’anno, quindi, in collaborazione con Polizia Ferroviaria, Prefetture e Questure, partiranno i controlli nelle stazioni. Saranno quindi ammessi a bordo dei convogli esclusivamente i passeggeri muniti di regolare titolo di viaggio.

Non saranno quindi previsti treni speciali per gli spostamenti delle tifoserie. Mentre, conclude Ferrovie dello stato – su richiesta potranno essere organizzati treni charter.