Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

“Ex ministri e sottosegretari alle feste di partito con la scorta pubblica”: la denuncia del sindacato Sappe

Liguria. Tagli e sacrifici, in tempi di spending review, hanno un po’ colpito tutti. Forse, però, qualcuno si è salvato. Almeno secondo il Sappe, sindacato autonomo di polizia penitenziaria.

Il sindacato denuncia in una nota il malcostume di ex ministri ed ex sottosegretari che “godono ancora dei privilegi di una scorta della Polizia penitenziaria, nonostante appoggino un Governo tecnico che con la spending review ha imposto tagli e sacrifici agli italiani”.

E per di più le scorte sarebbero al loro fianco anche durante eventi come concerti e feste di partito. “Per garantire tutto questo -denuncia Roberto Martinelli, segretario del Sappe – si sottraggono carburante e uomini alla Polizia penitenziaria nelle carceri, che hanno decine di mezzi per il trasporto dei detenuti fermi perche’ mancano i soldi per ripararli”.

La priorità – conclude Martinelli – è allora “rivedere l’organizzazione dei servizi di tutela e scorta per impedire che importanti servizi come questi diventino privilegi di casta”.