Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Caldo e finestre aperte: raffica di appartamenti svaligiati nella notte a Genova

Più informazioni su

Genova. E’ ormai un bollettino di guerra quello dei furti nelle abitazioni dei genovesi, furti favoriti in moltissimi casi, dalle finestre lasciate aperte per tentare di avere un po’ di sollievo dall’afa di questi giorni. Primo intervento della polizia in via Spallarossa, dove ignoti si sono introdotti all’interno di un appartamento, attraverso una finestra della cucina lasciata aperta, mentre gli occupanti della casa, un genovese di 33, insieme alla moglie ed al figlio, dormivano.

Al risveglio, il proprietario si si è accorto della visita dei ladri. Il bottino? 1180 euro in contanti, un assegno da 3.000 euro e di alcuni monili in oro. Doppio intervento nel quartiere di Marassi. Il primo in via del Giglio, dove, sempre grazie a una finestra aperta, i ladri si sono impossessati della borsa della propietaria dell’appartamento, una genovese di 72 anni. Rubati un telefonino, vari effetti personali ed il portafogli con all’interno la carta di credito e la somma di 150 euro.

In via del Capriolo, la proprietaria, al suo rientro a casa, ha trovato la porta d’ingresso bloccata dal “ferro morto”, inserito dai ladri per evitare di essere sorpresi. I poliziotti con l’ausilio dei Vigili del Fuoco sono riusciti ad accedere nell’appartamento ma i ladri se n’erano già andati. Ultimo intervento a Rivarolo, dove in via Croce Rosa, i ladri si sono introdotti all’interno di un’abitazione, attraverso una finestra lasciata aperta, asportando un computer portatile del valore di 200 euro circa e due marsupi contenenti effetti personali e documenti d’identità, questi ultimi rinvenuti successivamente nelle scale del palazzo da un vicino.