Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Calata Bettolo, gli artificieri useranno una “pinza a razzo” per neutralizzare la bomba

Genova. Cominceranno alle 9 le operazione per la neutralizzazione della bomba d’aereo, del peso di 226 kg, ritrovata durante i dragaggi in calata Bettolo.

Gli artificieri del 32° Reggimento Genio della Brigata Alpina Taurinense, una delle 7 unità dell’Arma del Genio che hanno l’incarico esclusivo di bonificare il territorio dell’Italia centro settentrionale, utilizzeranno una speciale attrezzatura denominata “pinza a razzo” per neutralizzare il residuato bellico.

L’ordigno, una bomba d’aereo di fabbricazione statunitense con 130 chili di esplosivo, è stato rinvenuta completa di spolette (i meccanismi presenti nella parte anteriore e posteriore della bomba che ne innescano il funzionamento) in buono stato di conservazione ed armati.

Per questo, verrà utilizzata una particolare pinza, detta appunto “a razzo” che, una volta applicata sulle spolette, con attivazione remota permetterà di svitarle.

Le operazioni di messa in sicurezza del territorio saranno pianificate dal 1° Comando Forze di Difesa con sede a Vittorio Veneto e diretto dal generale Danilo Errico, in coordinamento con la Prefettura di Genova, mentre la neutralizzazione dell’ordigno da parte degli specialisti del 32° Genio sarà condotta da un posto comando avanzato organizzato dalla Prefettura presso la sede della Guardia Costiera di Genova.

L’ordigno, una volta reso inerte, sarà trasportato alla cava di Pallare (SV) su un automezzo speciale con la scorta dei Vigili del Fuoco e delle Forze dell’ordine, per poi procedere al brillamento.

Sono già 38 gli interventi di bonifica di residuati bellici effettuati dall’inizio dell’anno solo nel nord-ovest).