Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Amt, i sindacati al Comune: “Subito corsie gialle e completa applicazione dell’accordo del giugno 2011”

Genova. Nuova giornata di incontri oggi tra sindacati, azienda e Comune di Genova sul futuro di Amt. Le organizzazioni sindacali, ieri, hanno presentato una serie di proposte che, non peggiorando le condizioni economiche e normative dei dipendenti, si pongono l’obiettivo di conseguire significativi risparmi, contribuendo così al risanamento del bilancio aziendale. L’azienda, dal canto suo, non ha ancora svelato le sue carte

“L’Azienda – spiegano Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Faisa-Cisal e Ugltrasporti – si è resa disponibile a proseguire il confronto a partire dalla mattinata di domani., impegnandosi ad approfondire e quantificare gli effetti economici derivanti dall’applicazione delle proposte del sindacato”.

I sindacati intanto ritengono che il confronto debba necessariamente coinvolgere anche la Regione. E Nel frattempo si rovolgono al Comune: “Renda operative le scelte relative alle corsie protette e agli assi attrezzati necessari a migliorare la qualità del servizio e a ridurne i costi e si faccia carico del costo di 60 ausiliari del traffico, come previsto dall’accordo del 7 giugno 2011”.

Per i sindacati “ll Comune di Genova dovrà definire la quantità di servizio richiesto per il prossimo triennio, e rendere disponibili le risorse per effettuarlo. Dovrà anche definire scelte più puntuali relative al conferimento ad AMT di Genova Parcheggi e di altri valori patrimoniali, per metterne in sicurezza il bilancio.

“Auspichiamo – dicono – che l’Azienda e l’Azionista Unico presentino anche un progetto relativo alla logistica delle rimesse utile ad una più economica gestione del servizio”.

Confermata anche oggi l’assoluta contrarietà dei sindacati alla privatizzazione dell’azienda: “Riteniamo che il contenimento dei costi passi anche attraverso processi di reinternalizzazione di attività oggi appaltate.E’ evidente che per raggiungere un’intesa AMT e Comune dovranno dare completa applicazione all’accordo del 7 giugno 2011”.