Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

A Genova continua l’ondata di caldo, temperature infuocate: raffica di malori e svenimenti per strada

Genova. L’ondata di calore non accenna a mollare la presa e dovrebbe stringere Genova in una morsa almeno fino a domani. Proprio a causa di queste condizioni meteo, quindi, crescono i disagi e arrivano a raffica i malori in città.

Nelle due giornate appena trascorse la temperatura percepita, ovvero la temperatura reale sommata al tasso di umidità, ha superato i quaranta gradi ponendo Genova tra le città più calde d’Italia. Decine sono stati gli interventi dei medici del 118 per anziani svenuti mentre stavano passeggiando oppure mentre si trovavano al mare mentre. Sono anche sensibilmente aumentati gli accessi ai pronto soccorso degli ospedali cittadini.

L’allerta, secondo quanto spiegato dagli esperti meteo e le direttive del Comune di Genova, dovrebbe durare fino a mercoledì. A creare maggiori preoccupazioni per la fascia debole della popolazione sono soprattutto le ore notturne quando il termometro non scende e non permettere alle persone di riprendersi dal caldo intenso.

Seppur molto lentamente il vasto campo altopressorio tenderà a flettersi verso oriente sotto la spinta delle correnti nord-atlantiche che cercheranno di farsi largo sul bordo occidentale. Un ‘evoluzione che, se confermata dai modelli, vedrà un calo termico più deciso tra il prossimo week-end e la fine del mese. Prima di allora avremo a che fare con altri giorni di caldo intenso anche nelle ore notturne soprattutto lungo la costa.

A spiegarlo sono i meteorologi della Limet, precisando che La giornata di ieri ha visto nuovamente temperature molto elevate nella regione con punte di 33-34 gradi lungo la costa e fino a 36 nei fondovalle dell’interno.

Da metà settimana i tassi d’umidità tenderanno a salire a causa di flussi sud-occidentali al suolo, le temperature caleranno di qualche grado ma il clima da torrido diverrà afoso con maggiore disagio al primo mattino e nelle ore notturne lungo i litorali e nei centri urbani. La fase di grande calura tenderà a smorzarsi a partire dal prossimo fine settimana.