Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Trasporto pubblico, Tovo (Udc) in difesa dell’entroterra: “Basta con le zone suburbane”

Sant’Olcese. Il futuro del Trasporto Pubblico Locale è sempre in bilico. La stagione peggiore la si è vissuta proprio a cavallo tra il 2011 e il 2012, col l’assessore regionale ai trasporti, Enrico Vesco, costretto più volte a lanciare l’allarme.

Proposte ce ne sono sempre tante, soluzioni definitive nessuna. Tra queste proposte arriva anche quella di Massimiliano Tovo segretario UDC di Genova nonché assessore ai trasporti di Sant’Olcese, che è intervenuto in merito alla riforma sui trasporti in esame presso l’assemblea legislativa della Liguria.

La prososta è chiara e decisa: un abbonamento unico per i genovesi, volto a incentivare il trasporto pubblico locale a inaugurare una nuova politica soprattutto per l’entroterra troppo penalizzato.

Tovo ha dichiarato : “In merito al disegno di legge che ha per oggetto la riforma del trasporto pubblico locale, che torna domani in commissione regionale, sono convinto che tra i tanti aspetti che dovranno essere esaminati, debba essere presa in seria considerazione per quanto concerne Genova la realizzazione di un unico ambito. Questo potrebbe voler dire prevedere una nuova agenzia o un un’azienda, che potrebbe nascere dalla fusione tra Amt e Atp con lo scopo di migliorare la qualità del servizio erogato”.

Tovo propone perciò l’abbattimento della diviisione tra zone urbane e suburbane.”La realtà della provincia di Genova – aggiunge in un comunicato – consegna una nuova fotografia chiara a tutti: la maggior parte dei residenti delle vallate genovesi lavora o studia nel capoluogo ligure”.