Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Torna “Luci sui forti”, anche quest’anno la Lanterna farà da scenario alla rassegna teatrale

Più informazioni su

Genova. Per il secondo anno consecutivo la rassegna teatrale “Luci sui forti” avrà per scenario la Lanterna di Genova motivo per cui gli organizzatori della manifestazione, nata 22 anni fa nei forti della cinta muraria seicentesca della Superba, stanno pensando di cambiare nome all’edizione del 2013.

Gli spettacoli quest’anno sono tre: da mercoledì 4 a domenica 8 luglio la compagnia “Gli amici di Jachy” metterà in scena “…Era già l’ora che volge il disio ai naviganti… Storie di mare e dei suoi frequentatori”, con la regia di Paolo
Pignero: si tratta di dieci “quadri” itineranti, che il pubblico potrà seguire con una guida, tratti da classici della letteratura, opere cinematografiche o libri di autori contemporanei (da Moby Dick a Pinocchio, dalla Sirenetta di Disney a Terraferma di Crialese) aventi a tema il mare.

Lunedì 9 luglio sarà rappresentata “Mugugno libero”, opera del gruppo teatrale scolastico dell’Itis Maiorana Giorgi,
coordinato dal professor Enrico Tacchino: con la regia di Gianni Masella, mette in scena le due anime di Genova, quella più audace e quella “mugugnona”, che dialogano fra loro commentando fatti di vita.

Infine, da mercoledì 11 a domenica 15 luglio sarà la volta di “Peter Pan. Ti porto con me”, una rivisitazione della celebre favola di Barrie ambientata a Genova anziché a Londra, a cura della compagnia “La pozzanghera”.

La Provincia di Genova, che ha in gestione l’area della Lanterna, con il museo e il parco, per il secondo anno mette questi spazi a disposizione degli organizzatori della rassegna teatrale, che nel 2011, dopo vent’anni sui forti, si sono trovati nella condizione di non poter più proseguire nell’abituale suggestiva location. “Ma la Lanterna è altrettanto carica di suggestioni e di storia – afferma Giovanna Vitagliano, promotrice dell’evento – e la rassegna può essere l’occasione per scoprire questo eccezionale patrimonio della città, in particolare il museo, purtroppo poco noto agli stessi genovesi”.

“Abbiamo fatto il possibile per far sì che la rassegna si svolgesse anche quest’anno – dichiara Bruno Cervetto, il direttore affari generali della Provincia di Genova, la cui struttura gestisce le residue attività culturali dell’ente – e anche se le risorse sono sempre più esigue, siamo riusciti a salvarla e a regalare alla città ancora un anno di questo evento estivo molto seguito”.

Per l’occasione Muvita, la fondazione partecipata al 100% dalla Provincia, ha messo a disposizione il proprio personale per tenere aperti gli spazi del faro nel periodo della rassegna, anche in orario serale quando si svolgono gli spettacoli.

Il prezzo degli spettacoli (a parte ‘Mugugno libero’, che è gratuito a offerta libera) è di 10 euro, ridotto 8 euro, bambini gratis.

Tutti gli spettacoli iniziano alle 21.