Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Tigullio, con il caldo torna l’allarme alga tossica: Ostreopsis rilevata tra Chiavari e Sestri Levante

Chiavari. Con il caldo intenso degli ultimi giorni è tornato nel Tigullio un fastidioso nemico dei balneari e dei bagnanti, l’alga ostreopsis. Tipica dei mari caldi, può provocare leggere intossicazioni alle mucose, ed è stata rilevata nel tratto di mare tra Chiavari e Punta di Sestri, quindi l’area interessata risulta limitata ai comuni di Chiavari, Lavagna e Sestri Levante.

A seguito del rilevamento, è scattato immediatamente il protocollo operativo che prevede l’informazione ai Comuni interessati. “La quantità di cellule rilevata nei pressi del punto di campionamento di Chiavari – ha detto l’assessore regionale alla Salute, Claudio Montaldo – ha fatto scattare l’azione informativa e le precauzioni per i bagnanti”.

Al momento non si può prevedere quanto durerà il fenomeno, ma il servizio di prevenzione della Regione Liguria ha invitato a prestare attenzione nei pressi delle rive del mare e sono previsti ulteriori controlli da parte di Arpal. Sui 13 punti di campionamento distribuiti lungo tutta la Liguria solo uno, a Chiavari, è risultato alterato, con un numero maggiore di cellule di alga.

Nell’area interessata i punti più esposti sono quelli con acqua poco profonda, fondo roccioso e ciottoloso e basso ricambio idrico. Solitamente una delle aree più colpite da questo fenomeno è infatti la zona di Preli, che ha le caratteristiche idonee per il proliferare di questa vegetazione marina.

Conosciuta come “ostreopsis ovata”, questa qualità di alga è sempre stata diffusa nei mari tropicali, ma negli ultimi anni è comparsa anche nel mar Mediterraneo.