Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Terzo Valico, Putti (5 Stelle) al presidio No Tav: “Opera costosissima e dannosa, assurdo non rendersene conto”

Trasta. Il gruppo di persone che sta dando vita al presidio contro il Terzo Valico, sta diventando sempre più numerose e fra i partecipanti figurano anche esponenti del panorama politico genovese, che hanno sempre giudicato quest’opera inutile e dannosa, ad esempio Paolo Putti, consigliere comunale del Movimento 5 Stelle.

“Sono qui per tre motivi – ha esordito – innanzitutto perché si tratta di un’opera inutile, costosissima e dannosa e non possiamo permetterci di sprecare risorse in questo momento, quando istruzione, servizi e ricerca vengono tagliati. Poi sono qui perché credo che questo sia il mio posto per sostenere i cittadini che rischiano l’esproprio e infine perché abito a 100 metri da qua, quindi sono particolarmente legato a queste persone che sono la mia comunità”.

Intanto, la Regione ha annunciato che Villa Sanguineti è salva, cioè che non verrà toccata. “Questo è vero, ma poi bisognerà vedere quale potrà essere l’inquinamento della zona – prosegue Putti – Genitori e insegnanti avevano chiesto di avere un quadro preciso e una previsione di quello che sarebbe potuto essere l’inquinamento al momento dell’apertura del cantiere, ma questo non è ancora stato presentato. Il rischio, infatti, è che la qualità di vita diventi pessima”.

Putti è sempre stato contrario a quest’opera. “Il Terzo Valico è un’opera insensata, parliamo per l’ennesima volta di una mole di denaro messa in appalti, che non risponde a esigenze di alcun tipo – conclude – L’alta velocità è stata messa in discussione da tutti gli Stati europei, quindi mi sorprende che qui ci sia ancora chi pensa che questa sia la strada giusta per portare avanti il futuro dell’Italia”.