Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Tagli alla spesa pubblica, tutti i nodi della sanità ligure: convocata maggioranza con Burlando e Montaldo

Regione. La mannaia dei tagli sulla spesa pubblica è più di una spada di damocle sulla Regione. L’allarme in piazza De Ferrari è già scattato: tra oggi e domani, infatti, sono state convocate a stretto giro tre riunioni di maggioranza. Al vertice sulla sanità in programma fra un paio d’ore, oltre all’assessore Montaldo, parteciperà anche il presidente della Regione, Claudio Burlando.

Sul tavolo le novità alla luce del dl spending review, e gli annunciati tagli alla sanità: nel 2013 7 mila posti letto in meno negli ospedali italiani (3,7 ogni mille abitanti) e la scure sul Fondo sanitario nazionale “un colpo troppo pesante per la nostra regione” a cui “si andrebbero ad aggiungere un ulteriore taglio di 2 miliardi nel 2013 e altri 2 miliardi nel 2014 e negli anni a seguire, per un totale di 22 miliardi in meno per la sanità italiana da quando sono iniziate le manovra, prima con Tremonti e poi con Monti”.Un decreto che l’assessore Montaldo non ha esitato a bollare come “insostenibile per il servizio sanitario nazionale e ligure” e contro cui si prospetta un appello anche al presidente della Repubblica, Napolitano per la violazione costituzionale.

Oggi pomeriggio invece seduta di maggioranza monotematica sulla Centrale del Latte di Genova, mentre domani alle 13 invece l’assessore al Bilancio, Pippo Rossetti, farà il punto insieme ai consiglieri di maggioranza sulla difficile situazione dei conti alla luce del decreto.