Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Scuola, il Comune replica a Progetto per Santa: voce per voce l’impegno dell’amministrazione

Santa Margherita. In riferimento al recente comunicato stampa del consigliere Pastine, l’amministrazione comunale desidera condividere la preoccupazione generale verso le sorti della scuola pubblica in Italia e sottolineare come il Comune di Santa Margherita sia già ora, oltre ogni ragionevole dubbio, tra i più sensibili ai problemi degli istituti, ai bisogni delle famiglie e a quelli degli insegnanti.

Il consigliere Pastine fà riferimento solo a un piccolo segmento dei contributi e dei servizi garantiti ai plessi scolastici e alle famiglie. Dimentica, ad esempio, laboratori gratuiti pomeridiani realizzati con educatori professionali nella giornata del venerdì, che hanno consentito la permanenza a scuola di un gruppo di bambini fino alle 15,30 per sopperire alla riduzione dell’orario a 24 ore settimanali.

Dimentica che a beneficio degli insegnanti stanziamo 6 mila euro annui di integrazione della quota ministeriale messa a disposizione per i buoni pasto. Dimentica che in questi anni abbiamo profuso importanti sforzi nell’abbattimento delle barriere architettoniche, adeguando l’elevatore e realizzando la nuova passerella di accesso alle scuole elementari, problema che esisteva anche negli anni in cui il consigliere era membro dello staff dell’ex Sindaco Marsano. Sotto quest’amministrazione l’Istituto Comprensivo ha ottenuto il certificato di prevenzione incendi grazie a 30 mila euro nell’adeguamento dell’auditorium, e prima dell’inizio del prossimo anno scolastico le scuole medie beneficeranno di circa 70 mila euro per l’installazione di un nuovo ascensore.

Sottolineiamo anche, a beneficio del consigliere, che il Comune garantisce il trasporto di un alunno disabile al “Villaggio del Ragazzo” di San Salvatore di Cogorno per 8 mila euro annui.

E non vorremmo dimenticasse il forte impulso dato alla biblioteca “A. e A. Vago”, che rappresenta un punto di riferimento per gli studenti e che è stata dotata non solo di elevatore e di area ricreativa, ma anche potenziata dal punto di vista orario, connessa alla rete wi-fi (connessione gratuita di 2 ore al giorno) e a corsi a distanza in lingue e in informatica.

Come si può facilmente constatare, l’amministrazione De Marchi si è assunta oneri che non si limitano al semplice esercizio del proprio ruolo istituzionale. In previsione del nuovo anno scolastico l’assessore Tuseo incontrerà gli organi dell’Istituto Comprensivo per verificare eventuali problematiche e prevedere lo stanziamento di ulteriori risorse e servizi che si aggiungerebbero ai 600 mila euro annui complessivamente investiti nel settore educativo.

Per quanto concerne la rimodulazione delle tariffe per mensa e trasporto scolastico, l’amministrazione ribadisce di aver solo tagliato quella parte di spesa che andava a beneficio di tutti, a prescindere dalle obiettive condizioni economiche di ogni singola famiglia. Ristabilendo, dunque, un elementare principio di giustizia sociale.

“In questi anni il tema della scuola è ritornato sull’agenda amministrativa – dichiara l’assessore ai servizi scolastici, Maurizio Tuseo – Rimaniamo ovviamente a disposizione del consigliere Pastine e di chiunque desideri formulare proposte costruttive che vadano al di là delle dichiarazioni d’intenti. Crediamo infatti che la scuola sia l’ultimo ambito sul quale devono giocarsi partite di carattere elettorale”.