Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sampdoria, domani Sensibile incontra Ferrara: buona la terza?

La telenovela Rafa Benitez si è conclusa come tutti si aspettavano si concludesse (alzi la mano chi ha mai davvero creduto che il l’allenatore madrileno che si muove solo quando gli offrono una Coppa del Mondo su piatto d’argento, avrebbe rischiato a venire a Genova sponda Samp).

Per prenderla dal lato giusto si può dire che ben ha fatto la società ad essere ambiziosa. Certo però ora bisogna stringere i tempi. Beppe Iachini non ha ancora ritirato la sua candidatura, Didier Dechamps invece l’ha già ritirata diretto verso la panchina di Laurent Blanc dopo il fallimento europeo.

Dopo i due no potrebbe essere buona la terza? La terza ha la faccia furba del napoletano Ciro Ferrara, un predestinato. Come calciatore ha vinto da napoletano a Napoli, poi è andato nella Juventus di Marcello Lippi dove ha vinto tutto. Infine si è seduto come secondo proprio dell’allenatore campione del mondo.

Primo passo falso della sua vita calcistica la disastrosa stagione in bianconero: ostaggio dell’equivoco Diego e delle bizze di Alessandro Del Piero che con Ferrara non aveva ancora imparato a essere il bravo soldatino visto con Antonio Conte.

Poi dritto sulla panchina dell’under 21 dove sta ottenendo ottimi risultati giocando un buon calcio. La candidatura di rotture, come si vuole a Corte Lambruschini e come desidera Pasquale Sensibile.

Domani mattina a Napoli proprio il ds incontrerà il tecnico napoletano per spiegargli la bontà del progetto Sampdoria. Ciro Ferrara è molto stimolato dal progetto, ma il suo contratto lo lega alla nazionale fino al 2013, e la voglia di completare il percorso e provare a vincere il campionato europeo di categoria potrebbe essere un ostacolo al suo arruolamento.

Si è parlato anche di un impiego part-time, ma non sarebbe conveniente né per i blucerchiati né per la nazionale degli under 21. Da domani la Samp potrebbe non essere più l’unica squadra senza allenatore in serie a.