Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ospedale Galliera, Siri: “Il progetto è pronto, da irresponsabili perdere tempo”

Regione. Aldo Siri, capogruppo in Regione della Lista Biasotti interviene dopo le recenti dichiarazioni del Presidente Burlando sul futuro del Galliera.

“L’ospedale di Carignano è sempre stato esempio di efficienza ma ormai cede il passo al tempo e urge intervenire: il progetto è pronto ed è da irresponsabili perdere altro tempo. Non è certo un segreto – spiega Siri – che la posizione dominante nel centrosinistra sia contraria al progetto di Carignano, anzi alcune componenti politiche vogliono addirittura dirottare gli oltre 50 milioni di euro, già ad esso destinati da Burlando, sulla location del ponente cittadino di Villa Bombrini”.

“Ma la differenza tra le due opzioni è evidente e macroscopica – sottolinea Siri – il progetto del nuovo Galliera è pronto e definito nei particolari, si tratterebbe di una struttura all’avanguardia, una certezza per il futuro della città mentre quello dell’ospedale di Ponente è di fatto inesistente, privo di concretezza ed in quanto tale rappresenta al momento solo uno spot elettorale rivolto ad una porzione di territorio che da troppo tempo è presa in giro”.

“In Regione solo la Lista Biasotti ha sempre, senza tentennamenti, appoggiato il nuovo Galliera in quanto anche in seno al Pdl sono emerse chiaramente delle posizioni divergenti e la Lega Nord non lo ha di certo supportato – aggiunge Siri che ritiene doveroso da parte sua “un richiamo alla coerenza e buonsenso perché alla fine il rischio è che accada che questi soldi vengano impiegati dall’Assessore Montaldo in maniera dispersiva e quindi inefficace, per interventi sparsi sul territorio anziché concentrati su un Ospedale concepito per dare risposte concrete al territorio in quanto patrimonio della città e non della Curia come provocatoriamente ripetuto dal centro-sinistra”.

“L’attuale complesso è obsoleto, assorbe costantemente risorse per manutenzioni e di questo passo è destinato a progressiva chiusura; non riesco nemmeno ad immaginare il collasso dell’intero sistema sanitario, già peraltro in evidente sofferenza, che ne conseguirebbe. Prendendo atto della dichiarata impossibilità da parte della Regione di garantire la copertura di un mutuo a lungo termine, propongo di attivare tutti i percorsi necessari per sensibilizzare ed ottenere la compartecipazione alla realizzazione di questo nuovo strategico complesso ospedaliero da parte di privati e delle banche” aggiunge il consigliere.

Secondo Siri “è poi necessario che la Regione metta a disposizione del Galliera quanto a esso originariamente destinato e gli garantisca il rinnovo delle imprescindibili convenzioni”.

“Mi rivolgo, infine, al Comune di Genova, affinchè individui ed approvi le necessarie modifiche al piano regolatore in conformità a quanto evidenziato dalla recente sentenza del Tar che ha stoppato l’iter del progetto. La città non può permettersi di perdere questa occasione.”