Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Lumarzo, Burlando e Boitano inaugurano il nuovo municipio, aspettando la città metropolitana

Lumarzo. E’ stata inaugurata stamani in località Ferriere la sede del nuovo municipio di Lumarzo. Da un paio di mesi gli uffici erano già aperti al pubblico, ma il sindaco Guido Guelfo per il fatidico taglio del nastro ha preferito attendere il mese di luglio quanto il presidente della giunta regionale Claudio Burlando e l’assessore ai Lavori Pubblici Giovanni Boitano hanno assicurato la loro presenza. Il municipio grazie ai finanziamenti ottenuti dalla Regione Liguria e dalla Fondazione Carige, per quanto riguarda le attività ad esso collegate vedi bocciodromo e Croce Verde, si trova al primo piano dell’immobile, realizzato nella seconda metà del secolo scorso, lungo la strada che porta al traforo Bargagli – Ferrriere.

Il costo complessivo dell’intervento ammonta a circa 500 mila euro ed ha consentito di mettere in sicurezza l’intero stabile garantendo nel contempo l’accesso alle persone diversamente abili. Alla cerimonia, oltre Burlando e Boitano, sono intervenuti il vescovo di Chiavari monsignor Alberto Tanasini, il commissario straordinario della Provincia di Genova Piero Fossati, il vicepresidente della Fondazione Carige Pierluigi Vinai, i consiglieri regionali Roberto Bagnasco, Gino Garibaldi, Marco Limoncini e numerosissimi sindaci ed amministratori del territorio. La cerimonia è stata l’occasione per fare il punto sui tanti problemi che attanagliano il Tigullio e il suo entroterra in momenti economici difficili come questi. Fossati ha ricordato i prossimi adempimenti dell’ente Provincia destinato a diventare città metropolitana.

“I mutamenti in atto – afferma la Mondello – pur destando legittime perplessità devono essere accolti con spirito collaborativo, la città metropolitana deve essere vista come una risorsa e non come un pericolo”. La Mondello ha ricordato inoltre l’impegno suo e dell’Udc per quanto riguarda la salvaguardia del tribunale di Chiavari. “Altre sfide sono all’orizzonte ma, come sempre – conclude la Mondello – intendo essere vicina ai nostri sindaci che svolgono un ruolo indispensabile nelle comunità da loro amministrate”. Burlando ha ripercorso i motivi del suo personale affetto per la vallata iniziato quando era ancora un bambino e veniva da queste parti in cerca di funghi. Pur preannunciando ulteriori tagli imposti dal Governo, il governatore ha manifestato la certezza che l’Italia saprà uscire dalla crisi.

“Nell’agenda del presidente e della giunta – afferma l’assessore Boitano – una serie di adempimenti, vedi la pianificazione tecnico ambientale del territorio, per arrivare entro l’autunno alla redazione del progetto definitivo del traforo Rapallo – Fontanabuona e il trasferimento della Lames in località Quartaie”. Il municipio di Lumarzo è la seconda sede che viene aperta al pubblico in Fontanabuona nel terzo millennio preceduta, nel 2001, dall’inaugurazione degli uffici di Moconesi.