Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Incidenti di auto e natanti: al via l’intesa nazionale per assicurazioni e telecomunicazioni

Genova. Il presidente Paolo Odone ha presentato oggi, alla Camera di Commercio, i protocolli d’intesa siglati a livello nazionale da Unioncamere con l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM) e l’Associazione Nazionale per le Imprese Assicuratrici (ANIA) per la diffusione dei servizi di media-conciliazione delle Camere di Commercio nei rispettivi settori.

“Questi due protocolli, varati a Roma la settimana scorsa, sono i primi due accordi definiti a livello nazionale dopo la piena attuazione, nel marzo scorso, della mediazione civile e commerciale. Siamo partiti da due settori, come quello dei contratti di assicurazione e della telefonia, in cui i tentativi di mediazione sono particolarmente numerosi (a Genova una conciliazione su quattro riguarda assicurazioni e incidenti su strada o in mare) ma la sensibilità da parte delle compagnie è ancora bassa. Il nostro obiettivo è convincere le grandi imprese a utilizzare di più i servizi di conciliazione delle Camere di Commercio, azzerando i costi di attivazione, individuando all’interno delle rispettive aziende dei referenti e organizzando iniziative di promozione e comunicazione. Si tratta di un’opportunità sia per le aziende che per i consumatori, basti pensare che ogni conciliazione costa in media 10 volte di meno di una causa in tribunale e dura, in Italia, 61 giorni quando si raggiunge l’accordo o 75 giorni quando non lo si raggiunge, contro i 1066 giorni della giustizia ordinaria”.

Paolo Odone, ha tracciato, per la prima volta, un bilancio delle attività di media-conciliazione svolte dalla Camera di Conciliazione di Genova dall’entrata in vigore del tentativo obbligatorio di media-conciliazione (marzo 2011 per la maggior parte dei settori e marzo 2012 per le liti di condominio e gli incidenti automobilistici e fra natanti).

La Camera di Conciliazione di Genova è cresciuta sia per il numero di procedimenti (toccando un primo picco di 144 conciliazioni nel 2011, già “doppiato” nei primi 7 mesi del 2012), sia nei risultati (gli accordi raggiunti quando entrambe le parti partecipano all’incontro, infatti, sono saliti dal 33% del totale nel 2011 al 46% nel 2012), sia nel gradimento degli utenti (l’86% assegna il massimo dei voti ai servizi di conciliazione camerale).

Il valore medio delle liti è di 139.268 euro (contro un valore nazionale di 118.000) mentre la durata media è di 101 giorni in caso di accordo e di 82 giorni in caso di mancato accordo.

I settori maggiormente interessati, nell’ultimo periodo, sono, appunto, quello dei contratti assicurativi e degli incidenti di auto e natanti, che insieme rappresentano il 25% del totale, le controversie sulla proprietà (quasi il 19%), e quelle sull’affitto (17,5%).

Da notare che la percentuale di conciliazioni per incidenti di auto e natanti presso la Camera di Genova, diventata obbligatoria nel marzo scorso, è dell’11,9%, contro l’1,7% nazionale. Molto alta, rispetto al dato nazionale di 1,3%, anche la percentuale di liti condominiali, che presso la Camera di conciliazione di Genova rappresentano il 9%.