Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

In consiglio comunale lo svincolo di Multedo, Gozzi (Pd): “Non abbiamo più notizie del progetto”

Genova. Oggi pomeriggio in consiglio comunale si parlerà dell’annoso problema dello svincolo autostradale di Multedo. E’ il consigliere Paolo Gozzi (Pd) ad aver presentato l’interrogazione a risposta immediata a cui risponderà il vicesindaco e assessore all’Urbanistica Stefano Bernini.

“Lo svincolo autostradale di Multedo, vale la pena ricordarlo, si snoda in una stretta serpentina fra le case, quotidianamente congestionata da un intenso flusso di traffico, reso esasperato da un continuo passaggio di mezzi pesanti. Gli abitanti convivono con pericolose manovre frequentemente messe in atto dagli autoarticolati che si trovano, spesso, in una difficile situazione di manovra. Come tutte le situazioni provvisorie in Italia, lo svincolo si trova in questa condizione da cinquant’anni: in datati PUC, infatti, la soluzione al problema veniva individuata in un raccordo che, transitando sul terreno occupato dall’ Azienda Carmagnani, collegasse direttamente il casello all’Aurelia, eliminando la serpentina fra le case”.

E’ nota l’annosa questione della mai risolta dislocazione di Carmagnani, che ha di fatto accantonato un progetto che, per quanto complesso, secondo Gozzi appare come l’unica, vera, soluzione al problema.

“In reazione ad alcuni incidenti, fra cui uno, fortunatamente non letale, che ha coinvolto una mamma e – passeggino – durante l’attraversamento della strada, Autostrade ha avanzato, nei mesi seguenti, un progetto di allargamento del raggio della curva, a scapito dei giardini pubblici “John Lennon”: l’intervento è stato tuttavia contestato dagli abitanti, in modo particolare durante un’affollatissima assemblea pubblica tenutasi il 1 marzo, intravedendovi un semplice palliativo incapace di risolvere una situazione divenuta intollerabile. Nel progetto, anzi, gli abitanti individuano una “messa a norma” di una condizione che va invece affrontata radicalmente, per evitare un cambiamento solo di facciata, con sperpero di risorse economiche e nessun reale beneficio per gli abitanti”, spiega Gozzi.

Il consigliere ricorda che durante la citata assemblea pubblica, l’allora Assessore alla Viabilità del Comune di Genova, Simone Farello, invitava Autostrade a bloccare il progetto, e prometteva di promuovere uno studio del flusso dei mezzi pesanti per valutarne le ricadute, e studiare una possibile interdizione del loro traffico – per quanto riguarda la “serpentina” di Multedo – nelle ore diurne più critiche, con l’intento di sgravare il quartiere da una pesante servitù – una delle tante che l’attanagliano – e contestualmente rendere superfluo l’intervento.

“Da allora non si hanno più notizie nè del progetto, nè dello studio: con l’interrogazione chiedo notizia circa lo stato del progetto di Autostrade, e le intenzioni del Comune circa la promozione dello studio, che ritengo tutt’oggi utile e dovuto”, conclude.