Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Green Night Festival: le notti del Tigullio all’insegna del mare e della scienza foto

Più informazioni su

Portofino. Il Green Night Festival si è aperto venerdì scorso a Portofino e ha poi animato il Tigullio per tre giorni: escursioni, laboratori artistici e scientifici, aperitivi con la scienza e tanti spettacoli.

Primi due appuntamenti del festival sono stati due aperitivi con la scienza: “La cucina a km zero” insieme all’esperta cuoca Cristina Rossettini e il racconto di viaggio intrapreso da Guido Grugnola in kayak in solitaria da Trieste a Ventimiglia. Il mare è stato protagonista anche in serata: pieno l’anfiteatro Bindi a Santa Margherita per la proiezione del film Oceans: una selvaggia sinfonia, un affascinante viaggio nei fondali oceanici.

Mentre a Santa Margherita ci si tuffava virtualmente in acque oceaniche, un gruppo di escursionisti è stato guidato dalle guide del LabTer nell’avvistamento di allocchi, pipistrelli e altri animali che popolano il parco di Portofino nelle ore notturne. Una delle novità di questa seconda edizione di Arte Mare Scienza Festival, evento che quest’anno si è voluto integrare alle notti verdi di Santa Margherita e Portofino in un’unica manifestazione impegnata nella sostenibilità ambientale, è stato il convegno Saper comunicare la scienza, un aiuto concreto al territorio.

Presentando il tavolo dei relatori, Alessandro Cecchi Paone, moderatore del convegno, ha manifestato il suo piacere alla partecipazione di un evento che tratta temi di suo interesse, quali la sostenibilità di un territorio, quello del Parco di Portofino, del quale segue le vicende da anni con passione.

Giovani volontari di Greenpeace insieme ad un pubblico variegato di ascoltatori hanno presenziato al convegno che ha visto la partecipazione di vari divulgatori e ricercatori scientifici nel raccontare le difficoltà riscontrate nel loro lavoro. Un’altra importante inaugurazione è stata quella del Miglio Blu, percorso natatorio nelle acque dell’AMP che da Camogli è stato spostato a Santa Margherita, nello specchio acqueo che va dal Covo di Nord Est a Capo Nord.

La manifestazione, avvenuta al Covo di Nord Est con la presenza della Capitaneria di Porto di Santa Margherita e di alcune autorità del Comune, il direttore dell’AMP Giorgio Fanciulli, il quale ha voluto personalmente nuotare nelle “sue” acque, e il padrone di casa Stefano Rosina, è stata avviata da un’esibizione della squadra di nuoto sincronizzato della RN Bogliasco.

La madrina dell’evento Tessa Gelisio ha dato il benvenuto a Eraldo Pizzo, esponente numero uno della “Pro Recco 1913” e a tutti gli atleti accorsi per battezzare il Miglio Blu. La corsia, delimitata da boe gialle e rosse, sarà usufruibile da chiunque per tutta l’estate fino alla fine della stagione. Si dicono soddisfatti gli organizzatori, che già da settimane avevano alcune proposte “sold-out” e che nei giorni della manifestazione hanno visto un crescente interesse da parte del pubblico e una grande partecipazione manifestata da adulti e bambini. In particolare, tutto esaurito anche per l’escursione promossa da LabTer in collaborazione con Outdoor Portofino e il Mulino del Gassetta: escursione in kayak, trekking da Niasca al Mulino del Gassetta dove si è potuto degustare un aperitivo con un accompagnamento musicale del Coro voci d’Alpe.