Quantcast
Altre news

Genova, la stazione unica appaltante è realtà: convezione sottoscritta da 29 Comuni

Genova. I 29 sindaci, i presidenti di quattro enti del territorio, il commissario straordinario della Provincia di Genova Piero Fossati e il prefetto Antonio Musolino, hanno sottoscritto la convenzione per istituire un unico soggetto che gestisca le procedure di gara, per appalti di lavori pubblici di importo pari o superiore ai 150.000 euro, o per l’acquisizione di beni e servizi, per conto di comuni, consorzi, enti e fondazioni.

Lo scopo principale è quello di azzerare il rischio di infiltrazioni mafiose nell’assegnazione dei lavori pubblici, oltre a ottimizzare le risorse delle amministrazioni. L’idea di una centrale unica appaltante nacque nel 2002, per la Provincia di Genova, e nel febbraio scorso venne ratificato dal prefetto di Genova, dal presidente della Regione Liguria Claudio Burlando e dall’allora sindaco di Genova Marta Vincenzi, un protocollo d’intesa per arrivare ad un’unica centrale appaltante ligure.

La convenzione è aperta ad altri comuni ed enti che vogliano aderirvi successivamente. I firmatari sono: Avegno, Bargagli, Bogliasco, Busalla, Camogli, Campo Ligure, Campomorone, Casella, Ceranesi, Cogoleto, Davagna, Fontanigorda, Gorreto, Isola del Cantone, Masone, Mignanego, Montoggio, Neirone, Propata, Rezzoaglio, Ronco Scrivia, Rondanina, Rossiglione, Rovegno, Sant’Olcese, Savignone, Sestri Levante, Tiglieto, Valbrevenna, l’Ente Parco Naturale Regionale del Beigua, il Consorzio di Gestione dell’Area Marina Protetta di Portofino, la Fondazione Teatro sociale di Camogli e la Società Agenzia di Sviluppo Gal Genovese.