Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

G8, irreperibili due dei condannati: devono scontare pena di 14 e 12 anni

Genova. Sono al momento irreperibili, due dei manifestanti condannati in via definitiva dalla Cassazione per devastazione e saccheggio durante il G8 di Genova. Si tratta di Francesco ‘Jimmy’
Puglisi e Vincenzo Vecchi, i due antagonisti che hanno avuto le piu’ alte (rispettivamente a 15 e 13 anni, con uno tra 9 e 12 mesi) Le forze di polizia incaricate di eseguire l’ordine di
carcerazione emesso ieri dalla Procura generale di Genova dopo sentenza della Cassazione non sono ancora riusciti a i due.

Puglisi, catanese di 38 anni, rappresentante del centro autogestito Guernica-Fabrica, e’ conosciuto col di ‘Molotov’. E’ stato tra l’altro ripreso in alcune mentre partecipa ai cortei sia con le tute bianche in bianca, sia con i Black Bloc, con indosso una felpa . Nel 2000 l’uomo era stato arrestato per detenzione di (gli furono trovati in casa trenta candelotti di , quattro detonatori e settanta metri di miccia). Ieri il legale di Puglisi, Laura Tartarini, non ha voluto l’irrintracciabilità del suo assistito.

L’altro irreperibile, Vecchi, e’ un anarchico quarantenne, di Calcinate (Bergamo), ma residente a Milano. Nel del processo aveva dichiarato di non riconoscere l’ del tribunale. Alcune immagini lo hanno mostrato l’assalto dei Black Bloc all’agenzia del Credito del capoluogo ligure. Insieme a Marina Cugnaschi, delle persone condannate per i fatti del G8 e arrestata, Vecchi era stato arrestato a Milano nel 2006 in seguito a tra militanti dei centri sociali e forze dell’ordine.

Se Puglisi e Vecchi continueranno a sottrarsi alle ricerche, forze dell’ordine lo comunicheranno formalmente all’autorità. Quest’ultima, se riterrà esaurienti le ricerche, li dichiarera’ latitanti.