Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Finmeccanica, Pd: “La città reagisca, profonda delusione da incontro con vertici”

Genova. “La città reagisca”, nonostante la “profonda delusione per l’incontro con i vertici di Finmeccanica”. E’ l’appello lanciato oggi da Mario Margini, Responsabile Forum Lavoro PD Liguria e dal segretario provinciale Giovanni Lunardon.

“Nell’incontro tra i vertici di Finmeccanica e le istituzioni genovesi emerge un quadro di assiomi di segmenti di industria genovese estremamente negativo – spiegano i due esponenti Pd in una nota – Nessuno nega le esigenze finanziarie di Finmeccanica, ma è profondamente sbagliato risolvere questi problemi cedendo STS e Ansaldo Energia”.

Per il Pd locale la strada da seguire sta nel “cedere una quota significativa di Ansaldo Energia alla Cassa Depositi e Prestiti e affrontare così i problemi dello squilibrio di bilancio di Finmeccanica. Può esistere più oggi o in prospettiva, un problema industriale per Ansaldo Energia e la necessità di trovare alleanze industriali con altri produttori del settore energetico. Se questa è un’opzione, venga discussa apertamente, non sommandola all’urgenza dei problemi finanziari.

A nessuno sfugge la differenza tra cessione e alleanza industriale – sottolineano – In un caso consegnano il settore strategico dell’Energia ad un gruppo straniero, nell’altro, con questo o con altri soggetti industriali, un rapporto di alleanza, mantenendo un’autonomia di Ansaldo Energia.

Occorre poi chiarire come Siemens sia un soggetto fondamentale dell’apparato produttivo genovese, che ha voluto confermare una sua presenza industriale significativa ad Erzelli e perciò da noi considerato interlocutore fondamentale per il futuro industriale della città.

Non ci sfugge la sensazione che molte scelte industriali compiute da soggetti pubblici che agiscono in campo industriale siano poco rispettose degli interessi e della vocazione della città e della regione, che debbano trovare un tavolo specifico di confronto nelle scelte di politica industriale, come richiesto al Ministro Passera dalle Organizzazioni Sindacali regionali di CGIL-CISL-UIL.

Il PD, che promuoverà iniziative per la difesa del patrimonio produttivo della città, la prima delle quali su Ansaldo il 23 luglio al Centro Civico di Cornigliano, chiama i partiti, le associazioni, la città tutta ad una estesa mobilitazione per la difesa del patrimonio produttivo della città”, conclude la nota.