Erzelli, Siri: "E’ il momento che privati e banche gettino via la maschera" - Genova 24
Economia

Erzelli, Siri: “E’ il momento che privati e banche gettino via la maschera”

aldo siri

Regione. “Nel giro di pochi giorni alcune scelte fondamentali per il futuro del capoluogo, parlo del Polo Tecnologico presso gli Erzelli e della presenza del Gruppo Riva sul nostro territorio, si stanno rivelando, o meglio confermando, fallimentari”.

Per quanto riguarda il primo aspetto, ovvero il no dell’Università al trasferimento a ponente, Siri afferma che “il peccato originale sta tutto nella scelta iniziale dell’area, la collina degli Erzelli”.
“Ormai, però, ritornare sugli interessi che sicuramente furono alla base di tale scelta è, di fatto, improduttivo”.

“Però Burlando prese questa decisione” attacca il Consigliere “e da allora al timone della nostra regione è sempre stato lui, allora si assuma le proprie responsabilità ed utilizzi tutta l’autorità che possiede per riscrivere l’ennesima pagina triste della storia della nostra città”.

“L’Ateneo afferma che non vuole e non può fare il passo più lungo della gamba e lo ritengo un concetto condivisibile ma assolutamente inopportuno nella tempistica, non posso credere che illustri professori nel 2007, all’atto dell’accordo di programma, ignorassero che le condizioni economiche mondiali ed ancor più nostrane sarebbero potute peggiorare, che lo Stato avrebbe potuto ridurre i finanziamenti. Oppure ne avevano la certezza ed hanno inserito nell’accordo una via di fuga per poter evitare, a freddo dopo anni, di scegliere un futuro che fin dal principio non avevano mai desiderato, intenzione che all’epoca non era magari opportuno dichiarare”.

Siri prende atto “che potrebbero esserci anche delle soluzioni alternative per riempire l’eventuale vuoto prodotto nel progetto Erzelli dal rifiuto di Ingegneria, ma è evidente che il Polo tecnologico del ponente cittadino nasce con la stessa Facoltà al suo interno e mi auguro che così sia realizzato”.

“E’ il momento che privati e banche gettino via la maschera” conclude Siri “e dimostrino alla città se possono e vogliono essere determinanti per il presente e futuro della stessa”.