Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Centrale del Latte a rischio chiusura, oggi vertice in Comune, domani giorno cruciale: “Discutere il piano anche a Genova”

Genova. Stamani la manifestazione dei dipendenti della Centrale del Latte a un passo dalla chiusura, a cui hanno partecipato anche i lavoratori della filiera, oggi pomeriggio un nuovo tavolo a Tursi con Regione e sindacati per verificare le informazioni in possesso delle parti.

“Negli scorsi giorni abbiamo incontrato la direzione Lactalis – ha spiegato l’assessore Oddone – la multinazionale francese che ha acquistato nel 2011 il marchio Parmalat con la sostanziale acquiescienza dell’allora Governo Berlusconi che non ha imposto clausole per il mantenimento dei livelli occupazionali e dei siti operativi”.

La direzione di Lactalis ha confermato la chiusura di Genova, ma è domani che si deciderà il futuro della centrale del latte di Fegino, con il tavolo nazionale sindacati-azienda convocato a Parma.

“La chiusura è un atto grave per la città e per la filiera – ha detto Oddone – I settanta allevatori che riforniscono la centrale, rischiano di chiuere bottega, abbandonando un presidio importantissimo sul territorio. Una prospettiva allarmante, domani c’è incontro a parma – conclude Oddone – alla lotta dei lavoratori va il nostro totale appoggio”.

Durante la riunione a Tursi, rendono noto i sindacati, è emersa la volontà di lavorare tutti uniti contro la decisione di chiusura dell’Azienda: sindacati ed enti locali intendono coinvolgere anche il Ministero dello Sviluppo Economico.

Il messaggio è chiaro: non si deve chiudere né cambiare destinazione d’uso. Domani, all’incontro nazionale a Parma in occasione della presentazione ufficiale del Piano Industriale, le organizzazioni sindacali chiederanno a nome dei lavoratori e delle istituzioni locali che il piano venga discusso anche a Genova e in tempi rapidi.

A questo proposito i sindacati hanno chiesto alle istituzioni di intervenire ufficialmente su Parmalat. “Burlando e Doria – hanno detto Vesco e Oddone – si stanno già attivando attraverso una lettera che sta per essere indirizzata ai vertici dell’azienda in cui si richiede la partecipazione di una figura autorevole a livello industriale al tavolo di confronto convocato dalle istituzioni”.

Per fare il punto della situazione il nuovo incontro è fissato per venerdì prossimo dalle ore 9 alle ore 10 presso la Regione di piazza De Ferrari.